Amelia, scoppia la guerra dei pannolini fra Comune e Cosp

AMELIA – Guerra dei pannolini tra Comune e Cosp Tecnoservice, gestore della raccolta rifiuti. Il motivo del contendere è proprio il sistema di raccolta dei pannolini e dei pannoloni che Cosp, sostiene il sindaco Laura Pernazza, non avrebbe più intenzione di fare gratis. “Ma così viola il capitolato”,. tuona la Pernazza che ha scritto all’Auri chiedendo una urgente riunione. Riunione che dovrebbe svolgersi con tutti i Comuni il 12 gennaio prossimo. Nella lettera la Pernazza fa riferimento alla comunicazione del gestore che dal 1 gennaio non garantirebbe più i passaggi aggiuntivi per la raccolta di questa tipologia di rifiuti.

“E’ una decisione – scrive la Pernazza nella lettera – che va a creare un disservizio nei confronti di una categoria di utenti, in palese contrasto con le condizioni migliorative proposte che andavano nell’ottica di garantire passaggi minimi tal da ridurre il disagio per quelle categorie di utenti. Nel capitolato d’appalto – prosegue il sindaco – la stessa società, tra le condizioni migliorative offerte, metteva a disposizione dell’utente, a titolo completamente gratuito, dei mastelli appositamente dedicati non ponendo alcuna limitazione al numero di ritiri settimanali, né affermando che il ritiro di tale tipologia di rifiuto dovesse avvenire in corrispondenza del calendario secco, indifferenziato, così come precisato nella nota Auri del settembre scorso. Ora invece – aggiunge a commento della lettera la Pernazza – le cose sono cambiate ma noi ci batteremo affinché il servizio ai cittadini venga garantito con ritiri appositi e specifici”.

Sempre nella lettera la Pernazza afferma che “la decisione assunta appare fuori luogo nei modi e nei tempi. La Cosp – conclude – non precisa infatti come la suddetta raccolta andrà ad impattare sulla tariffa puntuale, se la raccolta andrà ad aggiungersi all’indifferenziato e se questa inciderà sulle percentuali di raccolta differenziata raggiunta dal nostro comune”.

Pin It on Pinterest