Narni, migranti: All’Università si studia anche accoglienza e integrazione sociale

NARNI – E’ dedicato alle politiche sociali per l’accoglienza, l’integrazione e la cittadinanza il protocollo d’intesa fra Università degli Studi di Perugia, Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, e Cittalia-Anci che verrà firmato e presentato alla stampa e alla città lunedì prossimo, 28 maggio, alle 12, alla sala del Camino di Palazzo Eroli. Lo rendono noto Comune, Anci e Università che ricordano come dall’anno accademico 2017-2018 a Narni ha sede il Corso di Studio Magistrale in Scienze Socioantropologiche per l’integrazione e la sicurezza sociale, coordinato dalla prof.ssa Cristina Papa e istituito da quattro anni presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

L’intesa darà il via ad una programmazione condivisa, fra i soggetti firmatari, di iniziative formative sulle tematiche dell’inclusione, della coesione sociale e sulle nuove forme di disagio ed esclusione.

Tutto questo nasce e si inserisce nel contesto del curriculum Migrazione e integrazione del corso universitario narnese finalizzato a dare risposte alle esigenze formative degli operatori impegnati nell’accoglienza e nell’integrazione dei migranti. La loro inclusione, strumento di contrasto alle disuguaglianze e di affermazione dei diritti della persona, costituisce un terreno di comune interesse per Cittalia e l’Università di Perugia.

Alla presentazione interverranno: Franco Moriconi, rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Raffaele Cannizzaro, prefetto di Perugia, Paolo De Biagi, prefetto di Terni, Francesco De Rebotti, sindaco di Narni e presidente Anci Umbria, Luca Pacini, direttore della fondazione Cittalia, Claudia Mazzeschi, direttrice del Dipartimento Fissuf-Università di Perugia, Cristina Papa, coordinatrice del Corso magistrale in Scienze Socio antropologiche, Giovanni Pizza, docente di Antropologia della violenza.

Cittalia – E’ una fondazione dell’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) ed ha come scopo quello di promuovere e diffondere la cultura dell’accoglienza, dell’integrazione e della cittadinanza, contribuendo a rafforzare il ruolo delle città nell’attuazione delle politiche sociali di inclusione/integrazione. Essa inoltre promuove e coordina programmi, progetti in tema di welfare, inclusione sociale e politiche migratorie.

Pin It on Pinterest