Corsa all’Anello, strapotere arancioviola: A Santa Maria l’edizione del 50ennale

NARNI – Non ce n’è per nessuno. Santa Maria stravince la sfida del San Girolamo, bissa l’anello 2017 e si porta a casa quello del 50ennale. In un pomeriggio salvato dal maltempo, dopo 50 anni di vita, la storia della gara scrive un altro capitolo leggendario e lo fa ancora una volta grazie a Santa Maria. Difficile ricordare negli annali infatti una vittoria ottenuta praticamente già all’inizio della seconda tornata, senza quasi nemmeno dover lottare. E’ stata una vittoria sul velluto, bella perché quando si vince l’anello ogni successo ha il suo fascino, ma è stata anche una vittoria che ha sfruttato al meglio gli errori altrui e qualche colpo di sfortuna degli altri. Mezule che perde un fantino e un cavallo, entrambi per infortunio, nelle prime due tornate, Fraporta troppo imprecisa sugli anelli e con errori sulle bandierine.

da sinistra Suadoni, Cipiccia e Diafaldi

Prima Daniele Scarponi di Mezule cade dal cavallo (Mearas) che si increspa sullo stallo di partenza e disarciona il fantino, gara nulla per il terziere e Scarponi che lascia il posto al sostituto Alessio Ricchiuti. Per il cavaliere lesione ad un polso e accertamenti in ospedale. Poi il cavallo di Mirko Concetti (Selavalava) che si ferma per un guaio e viene sostituito da Amaldra. In mezzo bandierine abbattute e anelli mancati sia da Mezule che da Fraporta, una bandierina anche di Diego Cipiccia di Santa Maria. Alla prima tornata è proprio Cipiccia (su Carlotta Spirit) a portare Santa Maria in testa con 75 punti, Fraporta ne ha solo 30, Mezule addirittura zero, fatto più unico che raro. Alla seconda tornata Marco Diafaldi (su Pianeta) non ha problemi contro Concetti. Il santamariano fa il pieno con 45 punti, per Mezule solo 30.

Il distacco fra arancioviola e gli altri due è già un abisso. Ben 90 punti da Fraporta e addirittura 105 da Mezule . La seconda tornata si chiude infatti con Santa Maria a 165, Fraporta a 75, Mezule a 60. Con una tornata di anticipo Santa Maria ha già virtualmente vinto la 50esima edizione. La terza tornata è una proforma per gli arancioviola. Il giovanissimo Tommaso Suadoni fa il suo su Review Blanc e porta a casa tre anelli in due tornate. Sono 45 punti, più che sufficienti a suggellare con la forza dei numeri la vittoria dell’anello. A Fraporta e Mezule non rimane altro che spartirsi gli altri due posti. Alla fine seconda è Fraporta, terzo Mezule.

Punteggio finale: Santa Maria 210 punti, Fraporta 135, Mezule 120. Molte le pause durante la gara, già iniziata alle 17 e 30. Ritardi e interruzioni per incidenti a fantini e cavalli e per episodi sugli spalti. Prima un contradaiolo cade in campo sporgendosi dalla rete di protezione che separa i costumanti dal terreno di gara e cadendo su una balaustra in legno spaccandola, poi uno svenimento di un altro costumante che ha richiesto l’intervento del 118. Nessuna conseguenza per entrambi. E’ stata comunque una grande festa. Quella di Santa Maria è andata avanti fino a notte fonda tra i vicoli e le taverne del terziere de sotto.

Massimiliano Cinque

Pin It on Pinterest