Narni, tassa di soggiorno, nessun ripensamento: Si parte il 24 aprile

NARNI – Nessun rinvio per la tassa di soggiorno. La data del 24 aprile viene infatti confermata dal Comune che, dice in sostanza una nota di Palazzo del Podestà, non avendo ricevuto proposte attuabili dagli albergatori che si erano opposti, conferma la data del 24 aprile. Anche perché è sopravvenuto un fatto nuovo che rafforza la posizione del sindaco De Rebotti e cioè che anche il commissario prefettizio di Terni ha deciso di attuarla. La decisione, specifica Palazzo del Podestà, è stata assunta dopo un’iniziale ipotesi di spostamento nel caso in cui si fossero individuate misure compensative idonee anche con il coinvolgimento degli operatori privati di settore.

“In virtù degli sviluppi delle vicende dei comuni limitrofi e in mancanza di ulteriori nuovi elementi – spiega la nota dell’ente – si è verificata l’impossibilità a posticipare e pertanto, come da deliberazione comunale, la nuova imposta entrerà in vigore. A tale proposito – prosegue il Comune – già dai primi giorni della prossima settimana inizieranno gli incontri dedicati alle strutture ricettive per spiegarne il funzionamento”.

Nel frattempo, riferisce l’amministrazione, continua il lavoro del tavolo tecnico fra Comune e rappresentanti delle strutture ricettive, con l’obiettivo di avere un quadro realistico del contesto attuale per poi individuare possibili strategie di cooperazione, crescita e sviluppo del settore turistico nel territorio. “Al centro dei primi incontri con gli operatori – ricorda sempre nella nota Palazzo del Podestà – vi erano le decisioni da assumere sulla tassa di soggiorno e la definizione di un programma comune sul quale investire per dare forma e sostanza ai servizi e ad un’offerta che potesse dare identità e attrattiva alla nostra destinazione turistica.

Il lavoro fin qui svolto dal tavolo tecnico – conclude il comunicato – ha portato ad evidenziare già una serie di osservazioni e proposte su cui iniziare a collaborare in questa sinergia tra ente pubblico e operatori di settore che certamente porterà benefici non solo ai turisti e agli operatori stessi ma anche ai cittadini”.

Pin It on Pinterest