Sparisce il parcheggio della Croce Rossa, venduto a un consigliere

AVIGLIANO UMBRO – La descrizione di quanto successo “I capigruppo di maggioranza del Comune di Avigliano Umbro,Luca Cricchi (Avigliano Umbro Insieme) e Cesare Mecarelli (Socialisti e Indipendenti), comunicano di aver presentato questa mattina, una mozione all’indirizzo del Sindaco Luciano Conti e della Giunta Comunale, in merito alle informazioni riguardanti, l’ acquisto di un fabbricato di proprietà della provincia di Terni sito in Via Roma.

I consiglieri di maggioranza di Avigliano Umbro

Un parcheggio utilizzato come parco macchine che adesso è stato venduto Visto che tale operazione, come descritto nella mozione di seguito, sta creando non pochi problemi, al Comitato locale della C.R.I. di Avigliano Umbro; Fin’ora affittuaria del fabbricato,la Provincia di Terni,che utilizzava come garage per il parco ambulanze, chiediamo al Sindaco di Avigliano Umbro e alla giunta di impegnarsi affinché venga trovata, quanto prima, una soluzione consona ai bisogni della  CRI di Avigliano Umbro e quindi dei loro utenti, salvaguardando l’efficienza e l’efficacia  del  Servizio  che non è mai mancata.

C’è delusione per come sono avvenute le cose Preso atto con rammarico per questa evoluzione dei fatti, i capigruppo di maggioranza nell’affermare di essere moralmente vicini al comitato locale della CRI ed al suo Presidente, si mettono a disposizione, sin da ora, per trovare una soluzione alternativa e tempestiva all’attuale problematica. Altresì ci chiediamo come mai, il gruppo di minoranza Aria Nuova sempre attento, ad evidenziare comportamenti consoni al rispetto della trasparenza, non abbia evidenziato quanto verificatosi. Da quanto ci risulta e se corrisponde a verità,questa spiacevole situazione, sia nata proprio da un loro componente, sconfessando di fatto quanto affermano in merito alla nuova politica,disinteressata,ai sotterfugi e agli interessi personali.

Il testo della mozione Oggetto:Informazioni in merito all’acquisto del fabbricato di proprietà della Provincia di Terni, sito ad Avigliano Umbro in Via Roma. I sottoscritti capigruppo di maggioranza, del gruppo Avigliano Umbro Insieme e Socialisti Indipendenti, visto che l’amministrazione comunale aveva valutato l’opportunità di acquistare il terreno adiacente al fabbricato in oggetto , per poter realizzare dei parcheggi al servizio dei cittadini. Dato che tutti erano a conoscenza dell’interesse del Comitato locale della CRI di Avigliano Umbro per l’acquisto del fabbricato in oggetto, tutt’ ora utilizzato in locazione, per adibirlo a parco automezzi tant’è che l’amministrazione comunale, anch’essa interessata, aveva fatto un passo indietro per permettere alla stessa CRI di acquisire l’immobile citato . Visto che  l’immobile  è stato acquistato, se risponde a verità, tramite bando di gara all’asta da un volontario della stessa CRI.

Un comportamento poco chiaro Considerando che  da quanto a nostra conoscenza il presidente del comitato locale della CRI di Avigliano Umbro, per motivi tecnici-temporali non è riuscito a partecipare all’asta, che invece si è svolta regolarmente, non si conoscono i motivi per cui un proprio volontario, nonché consigliere comunale, abbia avuto questo comportamento, a nostro avviso, poco corretto nei confronti di tutte le parti. Infatti crediamo che chi sceglie di aderire ad organizzazioni di volontariato e ancor più ad istituzioni pubbliche, deve anteporre gli interessi della comunità a quelli privati.  Nella situazione attuale, il comitato della CRI di Avigliano Umbro si vedrà entro l’15 Febbraio 2018, costretta a liberare il fabbricato e di conseguenza trovare un altro garage o terreno dove poter parcheggiare il proprio parco automezzi. La CRI di Avigliano svolge un servizio sociale, sanitario, di emergenza,di accoglienza, di soccorso e di assistenza del quale ne riconosciamo l’ottimo lavoro svolto apprezzato e stimato anche a livello regionale.

Bisogna trovare una soluzione alternativa Preso atto con rammarico per questa evoluzione dei fatti, i capigruppo di maggioranza nell’affermare di essere moralmente vicini al comitato locale della CRI ed al suo presidente, si mettono a disposizione, sin da ora, per trovare una soluzione alternativa e tempestiva all’attuale problematica. Altresì ci chiediamo come mai, il gruppo di minoranza Aria Nuova sempre attento, ad evidenziare comportamenti consoni al rispetto della trasparenza, non abbia evidenziato quanto verificatosi. Da quanto ci risulta e se corrisponde a verità,questa spiacevole situazione, sia nata proprio da un loro componente, sconfessando di fatto quanto affermano in merito alla nuova politica,disinteressata,ai sotterfugi e agli interessi personali.

La richiesta Pertanto chiediamo al Sindaco di Avigliano e alla Giunta  di impegnarsi affinché venga trovata, quanto prima, una soluzione consona ai bisogni della Cri di Avigliano Umbro, e quindi dei loro utenti, salvaguardando l’efficacia e l’efficienza del Servizio che non è mai mancata  “

I capigruppo di ‘Avigliano Umbro Insieme’ e ‘Socialisti e Indipendenti ‘

 

Pin It on Pinterest