Terni, pusher straniero aggredisce agenti e viene arrestato

TERNI – Era arrivato a Terni solo da una decina di giorni, ma è stato subito arrestato dalla polizia un tunisino ventiseienne, disoccupato e irregolare, colto in flagranza di reato mentre spacciava sul portone di ingresso di un condominio poco distante dal centro cittadino. Durante l’arresto, dopo aver cercato di fuggire, ha colpito con calci e pugni agli agenti, uno dei quali, ferito ad una mano e ad un piede, ha riportato 20 giorni di prognosi. Il giovane – spiega oggi la questura – poco dopo il suo arrivo in città aveva subito attirato le attenzioni della sezione antidroga della squadra mobile per il suo abbigliamento, un vistoso cappello di paglia a tesa larga e una maglietta colorata.

Era stato notato in particolare in via Farini, da dove, giovedì scorso, è arrivata in questura una segnalazione dai residenti di un condominio che avevano notato uno strano andirivieni proprio all’ingresso del palazzo. Durante un appostamento i poliziotti hanno visto lo straniero cedere lo stupefacente a due tossicodipendenti locali sul portone di casa, poi fermati e trovati in possesso di una dose di eroina ed una di cocaina. Poco dopo, insieme al tunisino, sono stati fermati altri due tossicodipendenti. All’interno dell’abitazione è stato rinvenuto invece tutto il materiale per il confezionamento, 300 euro in contanti, numerose singole dosi di cocaina, eroina ed anfetamine, oltre al cappello di paglia e alla maglietta che indossava in occasione del primo avvistamento.

Pin It on Pinterest