Narni, la città e lo sviluppo, Tpn la vede così

NARNI – “Ogni giorno ci arrivano sempre più segnalazioni, da parte di cittadini indignati, per quanto riguarda lo stato di totale abbandono verso il quale sta scivolando costantemente il nostro territorio. I punti fondamentali del nostro programma di Governo, alle recenti elezioni amministrative, erano da una parte una visione diversa della viabilità, rispetto a quella fallimentare delle precedenti amministrazioni, con poche e fattibili misure fondate su di un maggior controllo del territorio, attraverso l’organo di polizia locale e non solo. Da un’altra una cura maggiore delle vie di collegamento tra le varie frazioni, affinché diverse politiche di sviluppo economico potessero diventare realizzabili.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti! Narni: al di sopra del parcheggio dell’Ospedale nella parte che sovrasta il bar è franata una parte della collina è facilmente immaginabile la situazione di grande pericolo Narni Scalo sempre più congestionata dal traffico e dallo smog (secondo gli ultimi studi presentati è la cittadina in Umbria con il più alto tasso d’inquinamento), una viabilità ferma agli standard di decenni fa, non tenendo minimamente presente che nel frattempo lo sviluppo demografico della frazione e non solo è completamente cambiato. Via Tuderte ormai si trova in uno stato di totale abbandono, con il manto stradale che versa in condizioni pietose. Occorre pensare sin da subito, prima che sia veramente troppo tardi, a una viabilità diversa, con l’introduzione di una rotonda all’altezza del polo commerciale Conad/Ovs/Cinecittà.

Al momento della creazione del Polo Commerciale occorreva prevedere un’urbanizzazione diversa, più sicura, era facilmente immaginabile che ci sarebbe stato con il passar del tempo, un aumento esponenziale del traffico, che avrebbe reso l’immissione sulla Tuderte un’impresa stoica. Le frazioni come detto si trovano in uno stato di totale abbandono, le strade di collegamento ormai sono quasi impraticabili, come a Testaccio, dove si aggiunge poi la vergognosa presenza di aeree di scarico rifiuti del tutto incontrollate. La strada di Fabbrucciano, Strada di Santa Margherita a San Pellegrino, San Faustino, Itieli, dove i cittadini stanno chiedendo da mesi di voler provvedere da soli, con propri mezzi alla riparazione del manto stradale, basta che gli siano portati dei camion di breccia.

Ebbene non si vuol premiare questo encomiabile spirito civico, di un cittadino che si vuole sostituire all’Istituzione, visto l’assoluta incapacità di affrontare i problemi di quest’ultima. Questi sono solo pochi esempi, potremmo continuare citando una a una tutte le frazioni. L’amministrazione ha una prerogativa, quella di partire dalla fine, basta vedere quello che è successo con la tassa di soggiorno, dove da una parte come detto si sta completamente abbandonando il proprio territorio al suo destino, dall’altra però, si chiedeva ai turisti di pagare per servizi del tutto inesistenti, con l’ennesima pessima figura dopo la giusta levata di scudi di tutti i protagonisti del settore, ed il passo indietro dell’Amministrazione. Vorremmo segnalare al Sindaco che nelle realtà dove si ha una visione di economia del territorio che faccia del turismo un punto cardine, si offrono servizi, accoglienza, punti d’informazione e una cura del proprio territorio che lo renda accessibile e non un’impresa eroica. Tutti per Narni continua la sua instancabile opera di ascolto, vicinanza con i cittadini narnesi, ma soprattutto esser propositivi e mai un’opposizione basata sul no”.

 

Gruppo consiliare Tutti per Narni

Pin It on Pinterest