Narni, battesimo in comune per Magazzini Artistici

NARNI – Promozione della cultura a 360 gradi. Nasce con questa grande ambizione l’associazione Magazzini Artistici, presentata a tutta la città sabato 24 febbraio nella sala consigliare del comune. Nella conferenza di presentazione, i vertici dell’associazione e dell’amministrazione comunale hanno illustrato il progetto che è alla base di questo nuovo soggetto culturale. Come ha spiegato il presidente Germano Rubbi, l’associazione è il risultato dell’iniziativa di un gruppo di persone che amano il territorio e vogliono mettersi al servizio della collettività nell’ambito dell’arte e della cultura.

Già il nome scelto mostra la natura dell’associazione. “Magazzini artistici – ha spiegato Rubbi – significa voler comprendere l’arte in tutte le sue forme, una sorta di contenitore in cui ogni universo artistico possa trovare la sua collocazione. Nel nostro collettivo, ci sono persone competenti che spaziano nei vari settori artistici, dalla musica alla fotografia, dalla danza alle arti visive”. Non solo teatro tradizionale, insomma, sbocco inevitabile di un’associazione che punta sulla cultura. Esso avrà la sua importanza, seppur a stretto contatto con le altre forme di espressione artistica.

Scopo dell’associazione è innanzitutto quello di organizzare concerti, spettacoli, mostre, ma anche di proporsi come soggetto attivo in prima persona nell’universo della cultura. “L’obiettivo dell’associazione è duplice – ha illustrato il sindaco Francesco de Rebotti – favorire sia la produzione che la divulgazione della cultura, dando continuità a esperienze passate”.

Luogo privilegiato di attività per l’associazione sarà il teatro comunale, grazie alla convenzione stipulata con l’amministrazione comunale. Negli obiettivi del gruppo, il teatro ha anche un significato simbolico. “Il teatro – ha precisato l’assessore alla cultura Lucarelli – non è soltanto un luogo fisico, ma uno strumento al servizio della società. Esso non deve soltanto intrattenere, ma favorire lo sviluppo dell’intero ambiente sociale”.

L’attività dell’associazione, secondo quanto affermato dall’assessore, si inserisce così in un percorso di rafforzamento della cultura intrapreso dall’amministrazione comunale. Va in questa direzione anche la collaborazione che l’associazione ha già attivato con vari elementi del territorio, tra cui innanzitutto le scuole. L’associazione ha inaugurato dei laboratori, come quello di teatro e di dizione, che oltre a rivolgersi all’intera comunità cittadina, intendono promuovere una maggiore sensibilità nei confronti della cultura proprio nelle nuove generazioni.

I membri dell’associazione non nascondono l’ambizione di garantire alle attività proposte una portata non solo locale. “L’obiettivo – ha puntualizzato il vicepresidente dell’associazione Francesco Verdinelli – deve essere quello di guardare anche ad altre realtà, non solo regionali o nazionali, ma, in prospettiva, persino internazionali”. Il gemellaggio con il teatro Lo Spazio di Roma e il tentativo di realizzare una collaborazione duratura con il Teatro Stabile dell’Umbria sono la dimostrazione della vocazione che l’associazione intende assumere.

Nonostante alcune iniziative siano già attive, il debutto ufficiale dell’associazione avverrà il 7 e il 14 aprile, quando, al teatro narnese, andranno in scena i primi spettacoli proposti. Nella prima occasione, verrà presentata un’opera teatrale, “Mathilde”, prodotta direttamente dall’associazione. L’altro appuntamento, invece, vedrà la danza protagonista, con uno spettacolo a cui parteciperanno ballerini di prestigio internazionale.

Lorenzo Di Anselmo

 

Pin It on Pinterest