Narni, chiude il Monte dei Paschi: Al centro resta una sola banca 

NARNI – Entro gennaio chiuderà i battenti la filiale del Monte dei Paschi di Siena. Gli sportelli saranno trasferiti a Terni o forse qualcosa rimarrà allo Scalo ma di certo dal centro storico sparirà la penultima banca rimasta. L’unica che resisterà sarà la ex Carit, ora Banca Intesa, ma fino a quando è difficile dirlo. La città antica perderà l’ennesimo servizio e forse non sarà l’ultimo. Nubi fosche si addensano infatti anche all’Inps che ha già ridotto i giorni di apertura mentre l’agenzia delle entrate se n’è andata da un pezzo. La notizia del Monte dei Paschi arriva in pieno inverno, in un periodo, quello natalizio, che vede l’assenza degli studenti universitari denotando palesemente che senza la loro presenza il centro è, soprattutto nella stagione fredda, desolatamente vuoto. Nemmeno le feste di Natale e i tentativi coraggiosi dei commercianti sono riuscito ad animare il borgo medievale. Il problema rimane inesorabilmente quello del numero di abitanti, che rende ormai assolutamente improrogabile un dibattito sulla necessità di riportate al centro residenti e servizi. La sola università non può bastare e il flusso turistico non è tale da alimentare un’economia estesa e strutturale. In queste condizioni i servizi se ne sono andati quasi tutti e tra la loro esistenza e il numero di abitanti diventa un cane che si morde la coda.

Pin It on Pinterest