Narni, GoSource guarda a Europa e Africa

NARNI – Sarebbero soprattutto quelli dell’Europa medio orientale e dell’Africa, almeno in quei paesi che sono usciti o stanno uscendo dalla dimensione terzomondista, i mercati principali cui farà riferimento la GoSource, la multinazionale che ha recentemente rilevato l’ex Elettrocarbonium che poi passò in mano ai tedeschi della Sul Carbon. La notizia è venuta fuori in maniera più marcata in questi giorni durante i quali la nuova proprietà ha anche incassato, almeno ufficiosamente, il nulla osta della Regione per l’autorizzazione ambientale Aia che dovrà sbloccare il riavvio delle attività legate alla produzione e commercializzazione degli elettrodi, cioè di ciò che già si faceva nella fabbrica narnese. Quello che manca sarebbe soltanto il documento formale perché, a quanto pare, la conferenza dei servizi di venerdì 2 marzo, ha dato sostanzialmente parere favorevole. Come è noto il piano industriale prevede 30mila tonnellate all’anno di prodotti e, a regime, 100 lavoratori. Tra questi soprattutto coloro che già lavoravano nel sito.

Pin It on Pinterest