Notizie Terni

TERNI- Un chilo di hashish per un potenziale incasso di 10mila euro. Settecento le dosi complessive che si potevano confezionare con la “roba” che l’egiziano di 22 anni, clandestino, aveva dietro, quando è stato fermato e arrestato dai carabinieri. Il fatto è successo tra venerdì 12 e sabato 13 febbraio, dopo che il giovane era sceso dal treno. I carabinieri lo avevano già adocchiato e l’hanno seguito fino a fermarlo, convinti che fosse arrivato a Terni per fare tutto tranne che turismo. In effetti l’hashish che aveva con sé sarebbe dovuto essere piazzato sul mercato locale per lo sballo di San Valentino.

Ma il comandante dell’Arma Giovanni Capasso e quello del reparto operativo Pietro Petronio, che hanno illustrato i particolari dell’operazione in una conferenza stampa sabato mattina, sono convinti che lo straniero fosse solo un corriere della droga, forse come ne arrivano spesso in città durante soprattutto i week end. Le indagini infatti continuano così come i controlli incessanti dei carabinieri che hanno già fruttato alcuni importanti risultati come il calo dei reati predatori.

Corrado Roversi

Published in Cronaca

TERNI – San Valentino torna ad unire. E lo fa creando un legame di amicizia tra due associazioni, il nuovo gemellaggio nato tra la Pro loco di Terni e la Pro loco di Musile di Piave (VE). La cerimonia si terrà a Musile proprio domenica 14, unendo tradizioni e persone, ma non solo. Aspetti comuni e diversi che promuovono la conoscenza reciproca e la vicinanza. Per crescere nello scambio.

Domenica 14. La giornata in onore del comune santo patrono sancirà il gemellaggio, al quale parteciperanno, in rappresentanza della Pro loco di Terni – vista l’impossibilità ad essere presente del suo presidente Bruno Minelli - Roberto Ubaldi e Stefano Basili, responsabili del settore, appositamente costituito da qualche anno, per valorizzare San Valentino. Scambio amichevole, occasione in cui i rappresentanti della Pro loco di Terni porteranno in dono, all’associazione gemellata, tre antologie della raccolta di opere vincitrici del Premio Letterario Nazionale Città di Terni “Logo d’oro” (Decima Edizione), tre romanzi di Bruno Minelli, le due pergamene ed una targa in ricordo di questo primo incontro.

“Un gemellaggio che vuole essere uno scambio culturale, turistico e sociale – spiega il presidente della Pro loco di Terni, Bruno Minelli -. Il motivo determinante che unisce le due Pro loco è San Valentino, il Santo Patrono delle due città. San Valentino, Santo dell’Amore, conosciuto in tutto il mondo, nativo di Terni e qui vissuto”.

“Pur non avendo le stesse tradizioni – scrive Minelli nella lettera inviata al presidente della Pro loco di Musile di Piave (VE), Luigino Lessi - voi avete la benedizione delle arance, che si ripete tutti gli anni, ogni 14 febbraio. Noi abbiamo una magnifica processione e la benedizione degli sposi e dei fidanzati. Proprio queste diversità ci arricchiscono culturalmente e socialmente, permettendoci di ampliare la nostra visione del mondo. Vogliamo costruire ponti e non barriere – sottolinea il presidente Bruno Minelli - che sono state sempre la causa di danni incalcolabili. Il ponte presuppone l’unione di due sponde nelle quali abitano persone aventi lo stesso fine.

Noi vogliamo cercare le affinità che ci legano, lo scambio di informazioni, la diffusione della cultura e la conoscenza reciproca del territorio. Diffondere – conclude Minelli - un turismo culturale, paesaggistico ed enogastronomico”.

Valeria Trombetti

Published in Altro in Provincia

TERNI - E' stata rintracciata giovedì pomeriggio, 11 febbraio, dalla polizia in un appartamento di una zona degradata della periferia sud-est di Roma, al confine con Tivoli, dove sarebbe stata portata da tre connazionali, ora in stato arresto con l'accusa di sequestro di persona, la 15enne romena scomparsa il 3 febbraio scorso dalla sua abitazione di Terni.

In manette sono finiti un uomo di 27 anni, una donna sua coetanea e una ragazza non ancora maggiorenne. Il 3 febbraio scorso la 15enne sarebbe stata portata nella Capitale: qui le era stato sottratto il cellulare, dopo aver distrutto la scheda, e le era stato vietato di uscire. La 15enne, che nel frattempo aveva cambiato parzialmente il suo look, è stata riconosciuta, grazie a una cicatrice, dal sostituto commissario Anna Maria Mancini. Sono in corso indagini per capire i motivi del sequestro.
   

Published in Cronaca

TERNI (redazione) - Piove sul bagnato per la Provincia di Terni. Il Consiglio ha infatti formalizzato giovedì 11 febbraio, il predissesto finanziario. Il consiglio provinciale ha approvato oggi pomeriggio con il voto della maggioranza e quello contrario dell'opposizione le procedure di predissesto finanziario. La procedura prevede la presentazione entro 90 giorni al ministero e alla corte dei conti di un piano di rientro spalmato su 10 anni. In pratica un commissariamento della Provincia da parte della Corte dei Conti. Palazzo Bazzani entra così nel ristrettissimo novero di quelle Province che non hanno chiuso il bilancio. Le altre sono La Spezia e Vibo Valentia, un record non certo edificante per l'ente umbro il cui futuro adesso è più che mai appeso a un filo.

“La decisione - ha comunque spiegato il presidente Leopoldo di Girolamo - è stata assunta dopo aver preso atto dell'impossibilità, nonostante gli sforzi fatti, di coprire il disavanzo di 4,5 milioni di euro.  L'atto votato oggi - ha aggiunto di Girolamo – tutela l’ente da eventuali procedure esecutive e ci consente di giungere ad un riequilibrio finanziario senza inficiare l’operatività dell’ente e la forza lavoro". La colpa, però, seconco di Girolamo, non sarebbe della condotta amministrativa del'ente ma dei tagli del governo. "La Provincia – ha infatti ricordato – si trova in questa situazione nonostante i conti in ordine, nessun ricorso ad anticipazione bancarie e il rispetto del patto di stabilità”.

“Aver tenuto fede a tutti i parametri finanziari – ha sottolineato il vice presidente Giampiero Lattanzi – non è stato sufficiente, poiché i criteri per i tagli imposti dallo stato hanno pesato e ci hanno condizionato in maniera decisiva. Questa manovra ci consente di mantenere dignità istituzionale e operatività e di trasformare questa situazione in opportunità, grazie anche ai lavoratori della Provincia che in tutto questo tempo hanno mostrato sempre grande professionalità e disponibilità”.

Di Girolamo e Lattanzi hanno anche annunciato il prossimo avvio del contenzioso giuridico con il governo per l’entità dei tagli ritenuti sovradimensionati rispetto ad un ente caratterizzato sempre da una buona amministrazione. Sergio Bruschini (Provincia Civica) ha posto l’accento sul mantenimento dei servizi e sulla salvaguardia dei posti di lavoro. “Vanno trovate – ha aggiunto – anche soluzioni adeguate per i dipendenti non ancora ricollocati.

Su tutta questa vicenda – ha poi dichiarato – la Regione non ha fatto tutto quello che poteva fare. La Provincia di Perugia ha chiuso il bilancio e stava peggio di quella di Terni”. “Oggi chiudiamo una fase per aprirne un’altra – ha affermato Giuseppe Germani (Democratici, progressisti e riformisti) – consentendo all’ente di mantenere la sua operatività. Dobbiamo però domandarci quale sarà il suo futuro”. Secondo Manuela Beltrame (Provincia civica) “questa manovra ricadrà sulle tasche dei contribuenti, oggi la Provincia è un ente che non serve più”. Per Leonardo Grimani (Democratici, progressisti e riformisti) “il predissesto consentirà alla Provincia di ripartire ma occorre aprire presto un tavolo di confronto per capire quale sarà il suo ruolo futuro”.

Published in Cronaca

TERNI (redazione) - Un proiettile da mortaio è stato ritrovato questa mattina in un parco pubblico di piazzale Senio, nel quartiere Cospea, a Terni. L'area è stata messa in sicurezza dalla squadra volante e dalla polizia municipale, in attesa dei tecnici e degli artificieri. L'ordigno potrebbe essere risalente alla seconda guerra mondiale o, più probabilmente, di fabbricazione più recente. L'ipotesi degli investigatori è che sia stato abbandonato volontariamente sul posto da qualcuno, visto che nella zona non sono in corso lavori di sbancamento. (ansa)

Published in Cronaca
Pagina 1 di 503
EOF