Notizie Terni

TERNI - Con l’approssimarsi della stagione invernale la Provincia di Terni ha attivato, come sempre, il presidio territoriale idraulico, di concerto con i consorzi di bonifica per definire gli ambiti di competenza dei corsi d’acqua a rischio di esondazione, così come previsto dal piano di protezione civile provinciale. Si tratta di un servizio di monitoraggio e controllo dei fiumi e corsi d’acqua maggiormente interessati dal fenomeno delle piene e delle esondazioni.

Le attività sono assicurate dal servizio Cave, difesa del suolo e protezione civile in sinergia con la polizia provinciale e in collaborazione con il Corpo forestale dello stato e le associazioni di volontariato. Il presidio territoriale idraulico è stato il tema trattato in un recente servizio all’interno del programma di Rai 3 Geo&Geo durante il quale è stato portato ad esempio il modello regionale umbro e l’esperienza della Provincia di Terni.

I principali fiumi tenuti sotto stretta osservazione sono il Nera, il Tevere e il Paglia. Per quanto riguarda il Nera nella mappa della Provincia di Terni ricadono anche altri corsi d’acqua e fossi, in particolare i fossi di Rosciano, Castiglione e Ancaiano in Valnerina, il torrente di Stroncone, il fosso Tarquinio, il fosso Rivo, il fosso Tarquinio, il fosso Lagarello, il torrente Aia, i fossi nell’area di Collescipoli e i fossi di Fiacchignano e Calamone e il torrente Caldaro.

Del Tevere viene monitorata tutta l’asta fluviale che attraversa il territorio provinciale grazie anche ad un sistema di stazioni idrometriche gestite dalla Regione Umbria. Nell’orvietano controlli costanti vengono seguiti sul fiume Paglia e sul torrente Chiani, oltre che su numerosi affluenti tra cui i fossi Carcaione, Albergo La Nona, Romealla, Abbadia e Fossalto.

Per svolgere al meglio le operazioni di presidio territoriale idraulico, la Provincia di Terni ha attivato un sistema di pronta reperibilità per le attività di controllo diretto sulle aste fluviali. Grazie ad un accordo stipulato tra le parti, l’amministrazione si avvale anche del supporto della Forestale che in caso di condizioni di criticità ordinaria, moderata o elevata comunica alla Provincia eventuali interventi ritenuti necessari a rimuovere situazioni di criticità e potenziale pericolo. (ufficio stampa provincia terni) 

Pubblicato in Altro in Provincia

TERNI - Venerdì 28 novembre alle 15,30 a Palazzo Bazzani è convocata la seduta del Consiglio provinciale di Terni. All’ordine del giorno l’assestamento di bilancio 2014. Nello stesso giorno, successivamente al termine dei lavori del Consiglio, il presidente della Provincia Leopoldo di Girolamo ha convocato alle 17,00, nella saletta Passivanti, la riunione di insediamento della commissione statuto, composta da tutti i dieci consiglieri provinciali, oltre al presidente stesso. Il compito della commissione è redigere il nuovo statuto della Provincia di Terni secondo le vigenti leggi di riforma. 

Pubblicato in Brevi

TERNI - Avevano messo in vendita la loro auto su un sito web al prezzo di 15.000 euro e all’inserzione aveva risposto un uomo che aveva detto di essere un medico di un noto ospedale pediatrico di Roma. Dopo una breve trattativa, avevano concordato di incontrarsi a Terni, in un venerdì pomeriggio, in un’agenzia di pratiche auto, scelta dall’acquirente.

All’appuntamento, però, si presentava un signore di circa 60 anni dall’accento romano, dichiarando di essere il suocero del medico e che, dopo aver firmato il passaggio di proprietà, aveva consegnato alla coppia un assegno circolare. Il lunedì successivo, la coppia aveva versato l'assegno in banca ma, trascorsi i giorni della valuta, era arrivata l'amara sorpresa: il titolo era falso e il cellulare del medico non era più raggiungibile. La coppia, a quel punto, si è rivolta alla polizia e l'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico ha avviato gli accertamenti.

Il documento di identità esibito all’atto dell’acquisto era autentico, così come le generalità del suo intestatario, che è risultato essere un italiano, irreperibile, che aveva fissato la propria residenza anagrafica in un centro di accoglienza per senza tetto di Roma, e sulla quale gravavano altre denunce per truffa aventi per oggetto autovetture, reati commessi con le medesime modalità con le quali era stata truffata la coppia di ternani, anche se in alcuni casi era stata una donna a rispondere all'annuncio e  alla sottoscrizione del passaggio si era presentato "il padre"; una vera e propria associazione dedita alle truffe, aventi per oggetto autovetture, tutte di grossa cilindrata e di valore superiore ai 10.000 euro, verosimilmente destinate alla esportazione, per questo le ricerche sono state estese non solo al territorio nazionale, ma anche ai Paesi del territorio Schengen.

          

Pubblicato in Cronaca

TERNI – I carabinieri della radiomobile della Compagnia di Terni hanno denunciato a piede libero un giovane rumeno di 22 anni nella cui automobile, di grossa cilindrata, hanno trovato un kit completo per compiere furti. Durante il controllo i militari sequestravano una pistola a salve riproducente quella in dotazione alle forze di polizia priva di tappo rosso e con relativi proiettili, un tirapugni in metallo, un rotolo di nastro isolante nero, un cacciavite, dei guanti in lattice, un coltello a serramanico, una maschera in tessuto sintetico, una maschera in gomma con capelli sintetici arancioni ed una torcia portatile.

Il giovane, incensurato e residente in Calabria, veniva denunciato per detenzione di oggetti atti ad offendere. Il giovane veniva anche sottoposto ai rilievi fotosegnaletici. “Permane pertanto – dice una nota dei carabinieri - alta l’attenzione dell’Arma alla prevenzione dei reati predatori che, grazie a controlli di questo tipo, mira a bloccare sul nascere i propositi criminali dei vari soggetti che si muovono, anche provenienti da fuori regione”.

Pubblicato in Cronaca

TERNI – Un carabiniere della stazione di Ferentillo in Valnerina è stato arrestato per aver aiutato il figlio ad eludere i controlli su di lui nell’ambito dell’indagine su un giro di droga fra Ferentillo, Arrone e altri centri della Valnerina ternana condotta dai carabinieri di Arrone. Sono stati proprio loro ad arrestare il collega con l’accusa di utilizzazione e rivelazione di segreti d’ufficio.

L’appuntato si trova attualmente agli arresti domiciliari, mentre nell’operazione antidroga è stata arrestata anche una 21enne di Montefranco, ritenuta la catalizzatrice della rete di spaccio e consumo. Complessivamente i carabinieri hanno sequestrato 215 grammi di marijuana, 30 di hashish, 6 di Mdma, 5 di cocaina, vari bilancini di precisione e altri strumenti per il confezionamento e lo spaccio. Altri 11 giovani sono stati denunciati.  

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 349