Notizie Terni

TERNI – Continuano i controlli straordinari della polizia nell’ambito dell’operazione “Estate Sicura” che tra la serata di ieri, 28 luglio e stamattina hanno portato alla denuncia di tre persone ed al ritrovamento di un’auto rubata. In totale, sono state controllate 70 persone, 35 autovetture e sono stati effettuati 6 posti di controllo: l’attività ha riguardato l’intera città e la sua periferia, inclusi i quartieri oggetto di segnalazioni da parte dei cittadini, come La Castellina, Borgo Rivo, Santa Giusta, e Prisciano.

La sera del 28 luglio sono stati denunciati per tentato furto di autovettura due cittadini rumeni, uno di 46 anni e uno minorenne, che erano stati visti poco prima da un residente di via Turati mentre tentavano di aprire delle auto parcheggiate nella strada. L’uomo ha chiamato il 113, fornendo indicazioni agli agenti che poco dopo hanno rintracciato i due in via Lungonera. Sono stati denunciati per tentato furto aggravato di auto e il minore è stato riaffidato alla madre residente a Terni.

In Piazza Ridolfi, è stata fermata un’auto con due uomini a bordo. Ai controlli al terminale, uno dei due, un pregiudicato reatino di 32 anni, è risultato già colpito da un foglio di via obbligatorio dalla città, è stato perciò denunciato per l’inottemperanza alla misura. Un altro reatino di 30 anni, è stato fermato in Piazza della Repubblica perché, completamente ubriaco, infastidiva i passanti. E’ stato segnalato alla Prefettura per ubriachezza in luogo pubblico. Infine, un’autovettura di marca Opel, risultata rubata il 30 giugno scorso a Terni, è stata ritrovata dagli agenti in via Grandi, che hanno provveduto a riconsegnarla alla proprietaria.

 

 

Pubblicato in Cronaca

TERNI - Altra manifestazioni la mattina di lunedì 28 luglio dei lavoratori Ast. Un foltissimo gruppo di dipendenti ha infatti lasciato il posto di lavoro e si è diretto verso la superstrada Terni-Rieti, invadendo le corsie di marcia. Il traffico è stato inevitabilmente bloccato a lungo dal corteo dei lavoratori che protestano contro il piano di esuberi e ridimensionamenti annunciato dalla proprietà tedesca. 

Il corteo ha poi lasciato la superstrada e si è diretto verso il vicino quartiere di Borgo Bovio dove è stato accolto dalla cittadinanza e dai commercianti con un applauso. Mentre era in corso la manifestazione è anche arrivata la notizia della presenza del premier Renzi ad Agosto a Terni. 
Intanto prosegue lo sciopero della fame deciso da Andrea Maurelli, dipendente Ast, appartenente al Pd ed ex presidente del Consiglio provinciale che con il suo gesto ha chiesto simbolicamente a Renzi di occuparsi della vicenda. 
Pubblicato in Altro in Provincia

TERNI – Matteo Renzi sarà a Terni entro agosto per parlare della situaizone relativa alla Tk Ast e al piano presentato dai tedeschi. A Dare l’annuncio è stato il senatore Pd Valter Verini che ha reso nota la notizia lunedì 28 luglio, dichiarando che la visita di Renzi fa seguito alle richieste provenienti dal territorio umbro e che rientra in una visita istituzionale nelle zone in questo momento a forte criticità industriale. Soddisfazione è stata espressa sempre il 28 luglio dalla presidente della Regione Catiuscia Marini che ha sottolineato come sia giusta la presenza di Renzi visto che la vicenda Ast ha una portata nazionale.

Pubblicato in Altro in Provincia

NARNI - Per poter concludere entro i tempi previsti tutte le opere necessarie per la nuova piattaforma logistica di Terni-Narni, la Regione dell’Umbria si farà carico di anticipare tutti i fondi necessari, in attesa che il Cipe autorizzi l’utilizzo del ribasso d’asta sui fondi di sua competenza.

E’ questa la decisione che la giunta regionale, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Stefano Vinti, ha adottato nella sua ultima seduta. “Perdurando il silenzio del ministero e non potendo contare sul 50 per cento del ribasso - ha affermato Vinti - eravamo di fronte alla necessità di una sospensione dei lavori in corso, anche di una parte di quelli previsti nell’ultimo progetto approvato, che possono essere completati solo a seguito di realizzazione delle opere di finitura.

Tale situazione, in parte tamponata dalla gestione della direzione lavori che ha ordinato l’esecuzione di alcune finiture, rischiava di compromettere il buon andamento dell’appalto fino ad oggi eseguito e la sospensione del lavoro per le maestranze e artigiani operanti in cantiere, composto in media da circa 30 unità. Tra l’altro una piattaforma logistica di queste dimensioni impegna numerosi mezzi e materiali, questi ultimi già acquistati, che potevano essere compromessi dal fermo cantiere. E così abbiamo incaricato il direttore lavori, vista la prossima fine dei lavori previsti, alla redazione di progetto di perizia per l’esecuzione di parte delle pavimentazioni di finitura e opere connesse, al fine di rendere l’opera maggiormente adeguata alle funzioni previste”.

Iniziati nel mese di agosto 2012, i lavori di realizzazione della piastra logistica prevedevano opere per 16,5 milioni di euro  e un quadro economico di 22,8 milioni di euro, che comprende anche opere importanti che interferiscono con le linee del metano, della Telecom e dell’Enel.

L’opera consegnata prevede una piattaforma funzionale per il trasporto su  gomma-gomma, con una palazzina servizi, un edificio industriale, il controllo accessi, piazzali e terminal logistico di oltre 35.000 mq, viabilità interna, viabilità esterna rappresentata dalla rotatoria sulla provinciale e la sistemazione di un tratto della strada Marattana, recinzioni, accessi e mitigazioni e tutte le infrastrutture interne, tra cui anche la rete in fibra ottica. E proprio questa parte relativa al trasporto su gomma sarà completata e dunque utilizzabile entro il prossimo mese di ottobre, “in poco più di due anni di lavoro”, sottolinea l’assessore Vinti.

Una diversa fase poi prevede anche l’armamento ferroviario del terminal logistico e la realizzazione dell’area di presa e consegna (con tanto di binari e scambi) per la futura stazione del terminal logistico che la renderà intermodale. Per questa parte la Regione, a seguito delle prescrizioni della società RFI di Ferrovie dello Stato, che riguardano la predisposizione della stazione merci per lo scambio intermodale, ha stralciato dalla consegna le opere relative ed ha individuato risorse aggiuntive per 10 milioni di euro, per la quali sono in corso le procedure per l’inizio dei lavori.

“Ma la piattaforma logistica - ha proseguito l’assessore Vinti - nella modalità gomma-gomma, potrà essere comunque attivata entro il prossimo mese di ottobre, una volta terminate le opere di finitura che riguardano la realizzazione di cordoli, del sistema autobloccante per i terminals e per gli asfalti della viabilità interna, per i quali appunto pensiamo di utilizzare il ribasso d’asta, non appena il Cipe ci invierà il suo parere. Un parere peraltro richiesto nell’ottobre scorso e poi richiesto ancora nel mese di dicembre, con l’ultimo sollecito, dopo innumerevoli incontri e rassicurazioni, dell’8 luglio scorso al quale non abbiamo avuto ancora riscontri. Malgrado ciò, ha concluso l’assessore Vinti, con l’anticipazione delle risorse da parte della Regione, prevediamo di mantenere i tempi di ultimazione di un opera molto complessa, con moltissime e dopo aver chiuso in tempi molto rapidi le procedure di esproprio dei terreni, nonostante 3 ricorsi al Tar e varie contestazioni”.

 

 

 

Pubblicato in Economia

TERNI - Due ordigni bellici della seconda guerra mondiale sono riaffiorati la mattina del 26 luglio a Terni nel corso dei lavori per la realizzazione del parcheggio a servizio dello stadio di calcio e di una palazzina di via Proietti Divi. Le bombe destano preoccupazione soprattutto perché l'area del ritrovamento è molto vicina alla ferrovia. 

I lavori del cantiere sono stati immediatamente interrotti e fermata la motopala che stava scavando. Sul posto sono stati chiamati i vigili del fuoco che sono intervenuti prontamente dalla vicina caserma di Vocabolo Fiori insieme agli artificieri per verificare la situazione.  
Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 292