Terni, la Provincia vende l’ex provveditorato agli studi

TERNI – La Provincia cerca di recuperare risorse vendendo i gioielli di famiglia. La riforma taglia enti, mal concepita e bocciata dal referendum, continua però in maniera singolare a produrre i suoi effettui anche da morta e così per le Province italiane prosegue il calvario. Terni ha deciso di mettere in vendita l’ex provveditorato. L’amministrazione provinciale ha infatti pubblicato l’avviso per la vendita dell’immobile di via D’Annunzio 6. La cifra a base d’asta, senza previsione di offerte al ribasso, è di 1 milione 950mila euro e per presentare le offerte c’è tempo fino alle 13 del 15 dicembre. La vendita avverrà il 18 dello stesso mese alle 12 e 30 nella sede della Provincia sulla base delle offerte pervenute.

L’immobile si sviluppa su sette piani oltre al piano interrato e al lastrico solare con locale ascensore, per una superficie lorda complessiva di circa 2.120 mq al netto di balconi e terrazze oltre a 643mq circa, comprensivi di rampa di accesso, relativi al piano interrato. L’edificio, come stabilito dal ministero dei beni culturali, non presenta interesse artistico e storico, è ubicato in una zona centrale ad alta densità insediativa e situato nelle vicinanze della stazione ferroviaria e del centro storico.

Al momento è sede al piano terra, al piano primo, al secondo, terzo e quarto dell’ufficio scolastico provinciale, al piano quinto risulta essere inutilizzato e al sesto alcuni uffici sono concessi in uso ad associazioni. Lo stabile sarà reso disponibile a seguito della stipula del contratto di vendita con tempi e modalità concordate con l’acquirente. Tutte le info e l’avviso al link file:///C:/Users/cinque/Downloads/7310PROVVEDITORATOAV.pdf

 

Pin It on Pinterest