Mer, 8 Febbraio 2023
Mer, 8 Febbraio 2023

Narni, assunzioni e sussidi: Attacco delle opposizioni

NARNI – Assunzioni e sussidi, parte l’attacco delle minoranze. Forza Italia, Frfatelli d’Italia e Cinquestelle durissimi contro l’amministrazione comunale sui nuovi assunti e sulle recenti misure per l’aiuto alle famiglie.

Assunzioni – Per Sergio Bruschini, capogruppo forzista, sono fatte ad hoc. Ecco il suo commento: “4 assunzioni, ovvero stabilizzazioni, ai servizi sociali previste e 4 assunzioni ad hoc realizzate, nel senso che tra i primi 4 risultarono idonei proprio coloro che dovevano esser stabilizzati.
Non possiamo non registrare che tra gli altri giunti a ridosso dei primi 4 figuravano mogli e parenti di assessori in carica, di ex sindaci e magari anche  qualche assessore stesso partecipante al concorso”. Bruschini chiama in causa poi anche la recente assunzione di un ex assessore ai tempi della giunta Bigaroni, dislocato ai servizi finanziari anziché sociali. “La graduatoria era relativa ad un bando per i servizi sociali, cosa c’entra una assunzione per altra mansione relativa ai servizi finanziari comunali?”

Luca Tramini, capogruppo M5S invece risponde alla replica del sindaco. “La nostra – dice – è stata semplicemente una richiesta di chiarimenti rivolta al Sindaco, non alle altre parti in causa ed è stata definita addirittura come un attacco all’assessore Morelli e alla candidata all’assunzione per diritto di legge. Ci teniamo a precisare che noi portiamo a termine solo il lavoro per il quale siamo stati eletti, ovvero porre domande, cercare di controllare, garantire la massima trasparenza e correttezza non solo a livello normativo ma anche quello etico, politico e morale.
Inoltre apprendiamo dalle testate giornalistiche la presenza in maggioranza ed in giunta di una nuova forza, di un rappresentante Mdp art.1, ad oggi acerrimo nemico del Partito Democratico. La cosa che ci lascia perplessi anche perché non è mai stata fatta nota o menzione, di tutto ciò, in sede di consiglio”.
Non sapevamo che a Narni, in una democrazia, fosse vietato porre dei quesiti. Non credevamo che una semplicemente richiesta di trasparenza addirittura venisse considerata come un “attacco gratuito e strumentale. Invece di instaurare un dibattito costruttivo – aggiunge Tramini – si passa all’utilizzo di parole forti, forse per intimidirci o per sottolineare una posizione più in alto della nostra, non lo sappiamo”.
Ne merito Tramini sostiene che sarebbe stato più opportuno far decadere il bando la cui scadenza era fissata fra poco più di un mese e farne uno nuovo.

Reddito di inclusione – Infine la questione delle misure per la povertà contro le quali si scaglia Eleonora Pace capogruppo di Fratelli d’Italia. “Sul reddito di inclusione, misura farlocca del governo – afferma – il Comune sta solo facendo patetica propaganda. Secondo il costume renziano -riprende- alla vigilia delle elezioni si confezionano pacchi regalo che però in questo caso sono assolutamente privi sia dell’effetto sorpresa, nonché di benefici economici aggiuntivi rispetto alla situazione preesistente .

Quello che il governo ha varato e di cui l’amministrazione narnese a guida PD tenta di farsi vanto – dichiara in una nota – è una misura inadeguata e volutamente bugiarda . Un tipico riciclo del regalo, tanto in uso in questo periodo natalizio dove, cambiata la confezione, il governo ripropone gli stessi soldi della scorsa finanziaria( 1,7 miliardi )che già sostenevano le misure di SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva)  e ASDI( ​​cioè l’assegno di disoccupazione post NASPI)  tutto sostituito appunto con il REI il cosiddetto reddito di inclusione. Altro che il più grande piano di contrasto alla povertà ! Questa sono le vere  “fake news” di Stato che andrebbero denunciate”.

Web TV

Think Thank

Filo diretto

Ti potrebbe interessare...

Ternana, a Cosenza è solo 0-0

COSENZA – La Ternana non va oltre lo 0-0 sul campo del fanalino di coda Cosenza. Una partita scialba, con poche occasioni da gol, in