Covid-19, scendono ancora i positivi, Tesei dà via libera a cultura e spostamenti fuori regione

UMBRIA – Scendono a 67 i positivi in Umbria con un solo più rispetto a ieri, per un totale dall’inizio di 1.430. I guariti sono 1289 (+5); risultano 11 clinicamente guariti (-1); i deceduti sono 74 (invariato). Dei pazienti positivi attualmente sono ricoverati in 17 (-1); di questi 2 (invariato) sono in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 506 (+17), sempre alla stessa data risultano 21.866 (+237) persone uscite dall’isolamento. Nel complesso, entro le ore 8 del 23 maggio, sono stati effettuati 62.992 tamponi (+1313).

Cultura e spostamenti fuori regione, ora si può – La presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha  firmato l’Ordinanza del 22 maggio 2020, numero 28,  che prevede ulteriori misure  per la prevenzione e gestione dell’emergenza da Covid 19  finalizzate  all’ulteriore riavvio delle attività economiche e produttive attualmente sospese a decorrere dal 25/05/2020.

L’ordinanza autorizza l’apertura delle imprese operative nei settori del commercio al dettaglio su aree pubbliche; esercizi ricettivi extalberghieri  e all’aria aperta, delle residenze d’epoca.   Consente l’attività sportiva di base e motoria presso palestre, piscine centri e circoli sportivi pubblici  e privati ovvero presso altre strutture dove si svolgono attività per l’esercizio fisico.

Consente inoltre l’apertura di musei, archivi e biblioteche e altri luoghi di cultura. Per la gestione delle attività delle strutture ricettive si fa riferimento ad apposite linee Guida allegate al provvedimento. Dal 25 maggio possono inoltre  essere attivato o riattivati i tirocini extracurriculari  anche in presenza, oltre che con modalità a distanza.

Sempre a far data dal 25 maggio sono ammessi spostamenti al di fuori della Regione Umbria nei limiti del comune confinante da parte di coloro che abitano in Comuni collocati a confine tra Umbria e altre Regioni finalizzati alle visite a congiunti. Ciò è applicabile solo in presenza di analoga ordinanza da parte del presidente della Regione confinante.

Pin It on Pinterest