Guardea, le Giornate Fai aprono il castello dove passò il Barbarossa

GUARDEA – Ha ospitato Federico I Barbarossa, Carlo V, Cesare e Lucrezia Borgia, Filiberto di Savoia, Olimpia Pamphili e Galileo Galilei il Castello del Poggio di Guardea che sarà aperto al pubblico sabato e domenica prossimi in occasione delle Giornate Fai di Primavera.

L’iniziativa è del gruppo Fai Giovani che ha deciso di dedicare un programma di visite guidate alla struttura che attualmente, dopo una serie di restauri, ospita il Centro di Coscienza Planetaria a cura del Club di Budapest.

Le visite guidate, patrocinate dal Comune, saranno organizzate dagli Apprendisti Ciceroni del Liceo F. Angeloni di Terni. Questi gli orari: sabato dalle 14 alle 17 e 30, domenica dalle 10 alle 17 e 30. Dalle 16 e 30 alle 17 e 30 ingresso riservato agli iscritti FAI. Il Castello del Poggio risale alla prima metà dell’undicesimo secolo.

Posto sulla sommità della collina che sovrasta il paese aveva inizialmente la funzione di difesa su una preesistente rocca altomedioevale. Il castello, composto di più recinti fortificati intorno al nucleo centrale, fu oggetto di un importante intervento nel sedicesimo secolo che ne cambiò le forme in modo determinante. 

Pin It on Pinterest