Montecastrilli, presentato A.M.A., centro merci sostenibile insieme ad Avigliano e Acqusparta

MONTECASTRILLI – Un partenariato tra Acquasparta, Montecastrilli e Avigliano Umbro ha portato alla conclusione del progetto A.M.A. Il progetto prevede la realizzazione di un centro multiservizi e merci sostenibile e solidale per la vendita di prodotti locali nell’ambito delle filiere di qualità presenti sul territorio coinvolto. Il centro sorgerà in un’area di proprietà del comune di Montecastrilli, sulla strada principale, in modo da assicurare un veloce collegamento tra i tre comuni. Esso prevede anche l’inclusione di numerosi spazi e servizi aggiuntivi per la popolazione, tra cui un internet point, un centro prenotazione per il servizio trasporto persone nei mercati locali e un altro per visite ambulatoriali e ospedaliere, un punto informativo per i servizi comunali a favore degli anziani, dei diversamente abili e delle famiglie o singoli indigenti.

A.M.A., finanziato con 100mila euro stanziati dal Fondo Nazionale Integrativo per i comuni montani, si propone di “migliorare l’offerta commerciale a favore della popolazione locale dei tre comuni, unitamente all’impianto di servizi aggiuntivi a favore della stessa, con particolare riferimento alle fasce più deboli della popolazione”, ha spiegato l’assessore alle politiche sociali del comune di Montecastrilli Benedetta Baiocco. Inoltre, il progetto intende anche favorire, ha sottolineato ancora la Baiocco, “un’ottimizzazione dell’operatività dei piccoli esercizi commerciali in funzione di supporto allo sviluppo socio economico locale”.

Nel programma di intervento è prevista la realizzazione di una piattaforma digitale locale, “A.M.A marketplace” “, che al suo interno accoglierà almeno dieci esercizi commerciali aventi sede nei tre comuni, i quali potranno vendere i propri prodotti attraverso il web con consegna a domicilio mediante mezzo di trasporto. Si caratterizzerà come centro commerciale digitale che offrirà alla piccola distribuzione uno strumento tipico della grande distribuzione per aumentare la competitività, ampliare il numero di clienti potenziali e fidelizzare gli utenti attraverso un servizio personalizzato.

Il servizio di trasporto invece potrà rispondere alle esigenze della popolazione locale, con particolare riferimento a quella residente nelle frazioni, per il raggiungimento delle sedi dei mercati nell’ambito dei territori montani.  In quest’ottica è previsto l’acquisto diretto da parte dell’ente pubblico di un mezzo per l’avvio di un servizio di trasporto della popolazione locale che ne farà richiesta verso le sedi mercatali, i centri commerciali, ma che include anche altri servizi utili alla popolazione, quali, ad esempio, il trasporto verso poliambulatori, centri di cura termale, centri di riabilitazione fisioterapica.

Pin It on Pinterest