Orvieto, guasto alla rete idrica, frazioni servite con autobotti: Sii al lavoro, problema risolto

I tecnici del Servizio Idrico Integrato sono al lavoro dalla scorsa notte per risolvere il problema verificatosi all’Acquedotto Rurale nel comune di Orvieto. Una perdita ha infatti determinato l’abbassamento del livello di riempimento del serbatoio di Monte Panaro, causando, di conseguenza, temporanee carenze idriche o diminuzioni di pressione durante le ore notturne. Il guasto ha interessato alcune frazioni del territorio, in particolare Rocca Ripesena, San Quirico, Villanova, Canonica e San Biagio.

La perdita è stata individuata a metà mattinata di oggi ma per la riparazione sarà necessario interrompere l’erogazione idrica. Per tale motivo il Sii ha disposto l’attivazione di un servizio di autobotti per il rifornimento alla popolazione. Le autocisterne sono dislocate nelle piazze principali di Rocca Ripesena e di Canonica.
Un primo servizio sostitutivo di autobotti era già stato attivato per il riempimento del serbatoio di Monte Panaro.

GUASTO RIPARATOSono terminati ieri pomeriggio (4 agosto) i lavori di individuazione e riparazione del guasto alla rete idrica dell’Acquedotto Rurale di Orvieto. Grazie alla tempestività del Servizio Idrico Integrato e delle società operative la problematica è stata risolta in tempi più brevi di quanto preventivato inizialmente per le frazioni di Rocca Ripesena, San Quirico, Villanova, Canonica e San Biagio.

Dalla serata di ieri sono iniziate le manovre di riempimento del serbatoio di Monte Panaro senza l’ausilio delle autobotti e di ripristino dell’ordinaria funzionalità del sistema di distribuzione.

Il Sii a tale proposito avvisa che tali manovre, come solitamente può verificarsi, potrebbero determinare un’iniziale lieve opacità dell’acqua dai rubinetti dovuta proprio al riavvio del sistema. E’ comunque sufficiente far scorrere per qualche secondo l’acqua stessa per eliminare le impurità.

I tecnici del Sii stanno anche operando manovre sulle tubature per eliminare la presenza di aria in alcuni brevi tratti dell’acquedotto lungo ben 70 chilometri e dovuta sempre alle operazioni di riavvio del sistema. Per qualsiasi necessità i cittadini hanno comunque sempre a disposizione il contact center raggiungibile al numero verde 800.093.966 da telefono fisso e 0744.441562 da mobile.

Pin It on Pinterest