Narni, acque blu del Nera: A Stifone come in un vulcano

NARNI – E’ come se fossero un vulcano attivo ma non c’è cratere. Le acque di Stifone nascondono un segreto geologico conosciuto ai tecnici e agli esperti ma non al grande pubblico. La particolare colorazione delle acque è la conseguenza di un fenomeno naturale legato al CO2, il tanto vituperato composto gassoso additato come uno dei veleni del nostro tempo che a Sifone però diventa un alleato per abbellire lo spettacolo della natura.

E’ proprio grazie alla CO2 disciolta nelle sue acque, che il Nera restituisce agli occhi lo spettacolo delle acque blu cobalto.Le caratteristiche idrogeologiche della zona determinano il flusso di CO2 massimo per cui il gas viene disciolto completamente dall’acqua. Nel settore appenninico, questo valore di soglia è 10 volte più alto rispetto al settore tirrenico caratterizzato da rocce terrigene e vulcaniche di permeabilità più bassa. In alcuni casi, come avviene proprio alle sorgenti di Stifone, la quantità di CO2 disciolta rilasciata dalle sorgenti appenniniche è addirittura comparabile con quella emessa da vulcani attivi. Un fenomeno unico nel suo genere in Umbria che qualifica ancora di più, anche dal punto di vita scientifico le bellezze che nascondono le Gole del Nera.

Pin It on Pinterest