Narni, al via in ospedale le vaccinazioni anti covid

NARNI – Sandro Amici è il primo consigliere comunale ad essere stato vaccinato. Amici, che è medico all’ospedale di Narni, ha ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer ed è uno dei primissimi, se non il primo, ma mancano dati ufficiali, dei narnesi a vedersi somministrare il siero anti covid-19. Esponente di Tutti per Narni in Consiglio comunale, Amici è stato inserito nel gruppo apri pista della struttura sanitaria cittadina dove sono iniziate le vaccinazioni, secondo quanto stabilito dal cronoprogramma nazionale e regionale.

La Regione ha inoltre  approvato il piano vaccinazioni in Umbria elaborato dallo specifico gruppo di lavoro, coordinato dal commissario straordinario per l’emergenza, Antonio Onnis.

   I principali obiettivi che il Piano intende raggiungere sono:

1.    Gestione in sicurezza delle operazioni di stoccaggio e distribuzione dei vaccini
2.    Predisposizione di un modello organizzativo standard (modulare) per la gestione della vaccinazione nei diversi contesti e per i diversi target, in base alle indicazioni nazionali.
3.    Somministrazione del vaccino ai diversi target, nel più breve tempo possibile, in base alle priorità definite dal Ministero della Salute garantendo efficienza e sicurezza.
4.    Assicurare la registrazione di tutti i dati relativi alle vaccinazioni eseguite.
5.    Monitorare nel tempo la sicurezza e l’efficacia della campagna vaccinale.
6.    Organizzazione di moduli formativi per gli operatori, in particolare di quelli che non lavorano già nei servizi vaccinali, in attesa dell’avvio delle attività formative a livello nazionale.

“La data del 31 dicembre 2020 – dichiara il Commissario Onnis – rimarrà nella storia della nostra regione per un duplice motivo: l’approvazione del Piano vaccinale anti-Covid e la sua immediata applicazione con l’avvio della vaccinazione agli operatori sanitari delle quattro Aziende”.
Si apre così una nuova fase nella lotta al Covid – prosegue -, con la quale progressivamente l’attuale strategia di contenimento viene accompagnata da uno strumento pienamente efficace nell’eradicazione del virus.

Per raggiungere questo obiettivo ci vorrà tempo e soprattutto la massima adesione di tutta la popolazione, ma già i primi dati disponibili sull’adesione ci confortano nella prospettiva di avere in tempi brevi ospedali e strutture residenziali per anziani Covid free. Aderendo alla vaccinazione, la comunità umbra – conclude il Commissario Onnis – ha un’opportunità unica per rivolgersi un augurio di un felice 2021 libero da Covid”.

 

 

Pin It on Pinterest