Narni, anche gli olii da cucina finiscono nella raccolta differenziata

NARNI – E’ stato avviato in questi giorni dal Comune di Narni il sistema di raccolta degli olii vegetali esausti, residui di attività alimentari dei privati cittadini. L’amministrazione ha collocato 13 contenitori fra il centro storico e i centri civici frazionali in modo da facilitare il conferimento da parte della cittadinanza.

“L’obiettivo è duplice – spiega l’assessore all’ambiente Alfonso Morelli – da un lato potenziare la raccolta differenziata aggiungendo anche questa tipologia di rifiuto e dall’altra arginare eventuali danni all’ambiente dovuti all’abbandoni indiscriminato degli olii esausti.

Se infatti queste sostanze vengono versate nel lavandino possono creare problemi alle tubature, inquinare e generare problemi anche ai depuratori. Un litro d’olio – cita come esempio Morelli – può contaminare seriamente la falda e le acque superficiali, perché forma una pellicola che ostacola l’ossigenazione dell’acqua”.

Pin It on Pinterest