Narni, atti vandalici su beni di pregio: “Intervenga il prefetto”

NARNI – Troppi episodi di vandalismo e di inciviltà, intervenga anche il prefetto. E’ quanto chiede in un lungo comunicato Tutti per Narni che lancia l’allarme sulla situazione, rifacendo il punto sugli ultimi episodi. Dalla scritta sul Ponte d’Augusto, ai danni alle Mole, fino all’abbandono dei carrelli del supermercato in zona ambientale di pregio.

Ecco il comunicato: “Quello che sta accadendo ultimamente nel nostro comune è la rappresentazione esatta di quello che poi percepiscono i cittadini , quando esternano  quotidianamente le loro preoccupazioni in fatto di sicurezza e tutela del territorio. 

Continui furti in attività commerciali e private abitazioni, che hanno una costante purtroppo, quella di restare il più delle volte impuniti. A questi vanno poi aggiunti atti di vandalismo che sono non meno deprecabili, per il modo e ciò che vanno a colpire. 

Dapprima la devastazione del “solarium delle Mole” avvenuto con cadenza quasi regolare senza riuscire a trovare ancora i responsabili, una vicenda questa che ha visto definitivamente deturpato uno squarcio di natura, di una bellezza straordinaria, che non si è riuscito a tutelare. Dopo che si sono spesi soldi pubblici per la realizzazione di un’opera dal gusto discutibile, dall’utilizzo mai spiegato davvero dalle Autorità locali, permettendone l’uso balneare, senza averne assolutamente i requisiti di sicurezza necessari.

Il Sindaco in una uscita quanto meno improvvida negli anni scorsi lo definì come una possibile alternativa alla mancanza di una piscina, nel nostro Comune, se si fa eccezione a quella di Montoro. Dimenticandosi che quell’area è interdetta all’accesso pubblico, perché in una zona a rischio inondazione derivante da possibili  manovre sulla diga sovrastante.

Poi le scritte apparse sulle rovine del Ponte d’Augusto, opera probabilmente di annoiati adolescenti ai quali andrebbe spiegato sempre di più, il significato dei monumenti straordinari, presenti nel nostro territorio, abbandonati sempre di più a se’ stessi come più volte da noi denunciato, da Istituzioni colpevolmente assenti.

Infine in questi ultimi giorni, episodi anche qua di grande inciviltà, che qualcuno forse un po’ troppo annoiato, crede esser divertenti goliardate: cioè carrelli della spesa di proprietà di un noto discount sito al centro di Narni Scalo, che sono sottratti per esser trasportati lungo il percorso delle Gole del Nera.

Crediamo che occorra dare dei segnali decisi a tutto questo, con una più costante presenza delle forze dell’ordine a presidiare un territorio troppo abbandonato alla mercé, di chi pensa che tutto sia concesso.

Questa Amministrazione pensando alla sicurezza, ha ritenuto che fosse prioritario farlo con l’introduzione dei varchi elettronici a Narni, con uno spreco di denaro pubblico che poteva esser dirottato diversamente.

Il simbolo del pressapochismo con il quale si amministra la nostra città, sta nel modo in cui è iniziata la zona Ztl: installando il cartello che la delimita in una posizione di difficile visuale in special modo ai turisti ignari, ma soprattutto sbagliando il numero di Delibera che la certifica, rendendo del tutto inutili eventuali segnalazioni di effrazione.

Chiediamo un incontro con il Prefetto in modo da poter intraprendere un percorso condiviso alle Istituzioni Locali, con lo scopo di trovare in una sinergia di idee ed azioni, quelle soluzioni che possano contrastare episodi come quelli segnalati”.

Pin It on Pinterest