Narni, covid-19: Prima volta con più guariti che nuovi positivi

NARNI – Per la prima volta dopo molti giorni, ieri i guariti hanno superato i nuovi positivi. Il conto è infatti di 10 a 6, un piccolo segnale positivo, a fronte però di meno tamponi in Umbria rispetto ai giorni feriali. Il sindaco, Francesco De Rebotti, comunica che ha notizie di nuovi positivi e di nuovi guariti non ancora ufficializzati per le solite ragioni legate ai ritardi per mancanza di personale sanitario.

Intanto la situazione fa scendere a 180 i casi ufficializzati totali di positività di cui 16 ospedalizzati. Di questi ultimi  7 risultano trattati in terapia intensiva. I focolai famigliari sono a cui sono riconducibili 95 casi di positività che comprendono diversi dei casi più critici. A scuola restano 2 i casi positivi mentre nell’ambito sanitario scendono a 7.

Umbria zona arancione – Da ieri pomeriggio l’Umbria, a causa dei numeri un po’ troppo alti e della difficoltà delle strutture sanitarie a far fronte a tutti i ricoveri e alle terapie intensive, è stata inserita dal governo in zona arancione. Significa che bar e ristoranti rimarranno chiusi sempre e sarà consentito loro solo il servizio di asporto ma non dopo le 22, perché da quell’ora alle 5 del mattino vale ancora il coprifuoco, nella speranza che dati aggiornati indichino, prima o poi, se tale coprifuoco abbia prodotto o meno una riduzione dei casi di positività.

Non si potrà uscire nè dal proprio comune, nè dalla regione, tranne che per motivi di lavoro o per altre comprovate esigenze. Che in pratica rappresentano il 99 per cento degli spostamenti. Al massimo si farà il week end davanti casa. Per il resto Dad per le superiori e le medie e scuola in presenza per elementari e asili.

Pin It on Pinterest