Narni, maltempo: Lo scalo “affoga” tra le polemiche politiche

NARNI – Oltre ad avere a che fare con il traffico stellare di tutti i giorni, adesso Narni Scalo naufraga nelle polemiche sul maltempo. Le forti piogge delle ultime ore, anche se oggi è spuntato il sole, hanno allagato in molti punti lo scalo e scatenato le polemiche di Tutti per Narni. Bivio di Capitone, sottopassi, aree sosta, scantinati e molti altri punti sono finiti sott’acqua. “Il punto da dove scende questo fiume di fango – nota Tpn – è sempre lo stesso, cioè all’altezza della rotonda dell’Hotel Fina. Ci chiediamo se questo fenomeno per il Comune deve considerarsi come normale e quindi ineluttabile, oppure pensa che ci si possa porre rimedio, magari prima che malauguratamente possa accadere qualcosa di spiacevole.

Se si ha la pazienza di andare a spulciare vecchi comunicati stampa, un nostro attivista 15 anni fa, ben prima della nascita di Tpn, denunciò questa criticità, spiegando anche da cosa dipendesse, cioè la mancanza di “caditoie”, che facciano confluire l’acqua quando piove. Quello che contraddistingue quest’amministrazione – dichiara Tpn – sembra essere sempre di più il “paradossale”, perché agli annunci il più delle volte improbabili e in toni trionfalistici, subito dopo ci si deve scontrare con la triste realtà, che è quella di un territorio abbandonato a se stesso”. esclusivamente alla buona sorte.

Tutto questo perché in questi decenni di giunte monocolori, non si è mai tenuto conto di una manutenzione seria del territorio, con le frazioni come più volte da noi denunciato, sempre più abbandonate a se stesse. Il centro storico di Narni come denunciato dagli organi di stampa locali, in questi giorni,  invaso dai rifiuti e topi. Nello stesso tempo però, l’assessore all’ambiente vanta il raggiungimento di oltre il 70 per cento di raccolta differenziata”.

Pin It on Pinterest