Narni, puzze in città, Tramini (M5S): “Servono risposte certe, Morelli non dica solo che va tutto bene”

NARNI – Il M5S si difende dagli attacchi dell’assessore all’ambiente Morelli e sulle puzze al centro storico specifica di non aver date colpe all’amministrazione o parlato di critiche all’operato della stessa. “Abbiamo semplicemente segnalato – dice il capogruppo comunale Luca Tramini – agli organi competenti tramite i canali ufficiali, ovvero pec e protocollo, i malesseri e le segnalazioni arrivate dalla cittadinanza. Inoltre abbiamo giustamente chiesto informazioni e spiegazioni in merito a ciò che sta accadendo, perchè la cittadinanza ha il diritto di sapere cosa si respiri e da dove venga”.

Tramini adombra il sospetto che il Comune abbia la coda di paglia e e dice di essere in attesa di risposte concrete, con un comunicato ufficiale. “Non basta un va tutto bene – continua il M5S – perchè per prima cosa vorremmo ricordare all’assessore Morelli che si dice così attento all’aria che respirano i narnesi i dati Arpa, da lui citati, riguardo le polveri sottili di quest’anno e lo scorso, difatti hanno regalato a Narni il primato di città umbra più inquinata per polveri sottili ed il trend è in aumento. “Vorremmo inoltre ricordare brevemente – prosegue – la situazione a Nera Montoro dove da anni la gente si lamenta e dopo promesse su promesse il problema persiste immutato. Ecco in questo caso abbiamo dato e continuiamo a dare colpe all’amministrazione per anni se non decenni di immobilismo”.

Tornando sulle puzze di questi giorni Tramini aggiunge: “Le cose sono due, o metà cittadinanza narnese  è stata colta da allucinazione collettiva o qualcosa che non va esiste. Possiamo comprendere che non sia facile rintracciare con certezza la fonte, in questo caso si possono mettere in campo maggiori forze od apparati ma la solita risposta che va tutto bene non è più accettabile. Chiediamo pertanto all’assessore di darci immediatamente delle risposte: da quando sono in corso le analisi, quando avremo una risposta completa ed esaustiva, giorni settimane, oppure mesi ed i relativi dati raccolti”.

 

Pin It on Pinterest