Narni, puzze: Tpn vuole interventi rapidi

NARNI – Le puzze in città diventano materia anche politica. Mentre si aspettano ancora pronunciamenti di Arpa sull’origine e il tipo di odori, ovviamente cattivi, Tpn scende in campo e chiede interventi chiarificatore. Secondo la forza di opposizione infatti ci sarebbero le condizioni per indagare su eventuali cause produttive per le puzze che i cittadini dicono di avvertire con insistenza da alcune settimane. Tpn si dice sorpresa dal fatto che le istituzioni non abbiano ancora detto nulla in proposito, poi si rivolge al sindaco. “Il primo cittadino afferma di esser tranquillo, perché le norme vigenti in materia di emissioni che le aziende devono rispettare, sono molto stringenti. Vorremmo sommessamente ricordargli, che le leggi sono molto severe in tutto nel nostro Paese, ma nonostante ciò, e siamo certi che stenterà a crederlo, qualcuno ha la spudoratezza di non rispettarle.
Che dire le rassicurazioni del nostro primo cittadino sono quantomeno imbarazzanti”.

E visto che in città si pensa che con la riapertura della fabbrica siano tornati i cattivi odori, sulla ex Sgl Carbon Tpn specifica la propria posizione.
“La nostra speranza – dice Tutti per Narni – è di conoscere, quanto prima, il piano industriale della GoSource, nel quale “siamo certi” troveremo degli impegni precisi, convinti che come per tutta la collettività, anche per l’azienda, il miglior rapporto e confronto con il territorio sia di una multinazionale, protesa verso le migliori tecnologie, che assicurino il massimo abbattimento possibile, delle emissioni derivanti dalla propria lavorazione.
Solo così secondo noi – proseguono – si può andare verso il superamento di tecnologie, quelle che, per quanto c’è possibile sapere, essere datate di decenni, esempio i cosiddetti ”Filtri Lurgi”.
Poi, immancabile, e per certi versi appartenente al gioco delle parti, la stoccata agli avversari politici: “Assistiamo al silenzio assordante di tutte le forze di maggioranza, forse sono disinteressate alle preoccupazioni dei cittadini?”

Pin It on Pinterest