Narni, sosta selvaggia in centro: Esplode la protesta

NARNI – “Prigionieri a casa nostra!”. E’ il grido di rabbia di alcuni residenti che ci hanno inviato una lunga lettera di protesta contro sosta selvaggia in centro storico. I firmatari della lettera dicono di aver già avviato una raccolta di firme e di essere stanchi di vedere auto parcheggiate dappertutto senza che ci siano vigili urbani a sorvegliare.

Ecco la lettera scritta dai residenti:
”A Narni l’inciviltà è di casa! Macchine parcheggiate ovunque, infilate nei vicoli, bellamente davanti a cartelli di divieto, garage, portoni. Gente evidentemente con più privilegi degli altri o magari più furba, chissà! Lasciano l’auto per ore, spesso per giorni (stiamo documentando tutto) spesso con la delicatezza di lasciare il proprio numero di telefono sul cruscotto, certo, perché questi Signori devono essere chiamati e anche gentilmente se devono spostare il loro ingombrante gioiello, a trovarli poi!

Ostaggi nelle nostre case, si perché in caso di emergenza (come più volte si è verificato) non può passare un mezzo di soccorso, ambulanze, pompieri, spiace ma il posto è occupato dal furbetto di turno. I Vigili urbani? Chi?…Siamo cittadini esasperati, abbiamo già raccolto diverse firme in soli tre giorni, dal 17 al 20 febbraio. Stiamo costituendo un Comitato e vogliamo vederci chiaro in questo lento inesorabile abbandono del centro storico. Per questo stiamo documentando e raccogliendo tutto quel materiale fotografico e video che verrà consegnato alle autorità preposte con allegato esposto qualora la situazione non cambi.

Non entriamo nei perché o per come, ma non c’è un vigile che presidi la piazza o si faccia un giretto almeno nei vicoli adiacenti. Li vedi la mattina, orario di entrata a scuola e poi via a fotografare lungo la Flaminia dove il limite è 50 chilometri orari e sono mazzate se vai a 55. Diciamo basta! Volete fare multe per le languide casse comunali? Giusto, e benissimo! Venite allora a multare e a far rimuovere tutte le macchine in divieto di sosta nelle due Piazze, quelli che tranquillamente passeggiano senza tagliando nella ZTL o sostano per giorni in divieto di sosta.

Narni, trovateci un’altra città, paese o borgo che sia dove i vigili siano così rari. Succede di tutto, dagli inevitabili litigi tra automobilisti, carrozzine e carrozzelle in attesa di trovare un pertugio dove passare, ambulanze ferme con il personale a bordo costretto a scendere per cercare questo o quella che gli sposti l’auto. E in caso di terremoto? Incendio? Qualsiasi altra emergenza? Dio ci aiuti. No noi diciamo basta!”

Pin It on Pinterest