Narni, Tpn rilancia sulle puzze: “Controlli continui alla ciminiera Gosource”

NARNI – Tutti per Narni torna a chiedere controlli alle emissioni Gosource. In una nota i due consiglieri comunali, Sandro Amici e Gianni Daniele, e l’addetto alla comunicazione, Mauro Bonucci, sostengono che i cattivi odori continuino e nello stesso tempo chiedono chiarezza sulle assunzioni. Ecco il comunicato:

“In questi giorni di festività solo una cosa sembra non aver riposato: la ciminiera della GoSource di Narni Scalo, infatti sono arrivate numerose segnalazioni con tanto di foto allegate da parte di cittadini indignati. Purtroppo la fuoriuscita di fumo non è stato un episodio sporadico, ma ripetuto con il ripresentarsi di fenomeni odorigeni.

Chiediamo alle Autorità competenti di vigilare in modo continuo e pretendere  spiegazioni di quanto accaduto e sta succedendo all’interno dello Stabilimento.

Vorremmo sapere dall’Azienda quali sono gli strumenti che intende mettere in atto per il superamento in modo proficuo e definitivo dell’impatto ambientale con la ripresa produttiva.

Come pure ci saremmo aspettati da parte della multinazionale, una risposta positiva per quanto riguarda la riassunzione degli ex dipendenti della Sgl Carbon, rimasti ancora inspiegabilmente fuori dal ciclo produttivo.

L’intera collettività narnese, le massime autorità Istituzionali Regionali e locali, sono ferme al giorno dell’inaugurazione dello Stabilimento, quando i vertici aziendali della Multinazionale, promisero di dare quanto prima delle risposte alle tante domande rimaste inevase.

Ci sembra che sia ormai diventata da parte aziendale una questione di principio del tutto inspiegabile e quanto meno discutibile, che non fa seguito alle parole pronunciate, sempre in occasione della suddetta inaugurazione, quando si disse che si intendeva instaurare con il territorio un rapporto di grande partecipazione e collaborazione”.

Pin It on Pinterest