Terni, Provincia, Lattanzi sul trasporto pubblico: “Importante per ambiente e qualità della vita”

TERNI – 30 marzo – “Adeguare i servizi al cittadino con le nuove esigenze di mobilità e trasporto per affrontare i problemi legati agli spostamenti della vita quotidiana e agli aspetti ambientali del territorio”. Lo ha detto stamattina il presidente della Provincia di Terni, Giampiero Lattanzi, in merito alle tematiche della mobilità alternativa nel territorio provinciale e alle esigenze di ridurre o contenere, ove possibile, l’utilizzo dell’automobile.

“E’ uno degli obiettivi – ha detto Lattanzi – che le istituzioni debbono mettere nell’agenda delle priorità per contribuire a ridurre il carico ambientale che va ovviamente affrontato anche sotto altri importanti aspetti. La qualità della vita però – ha sottolineato il presidente – si misura anche in rapporto alla capacità delle istituzioni di offrire un sistema di mobilità alternativa concreto e rispondente alle esigenze dei cittadini. La Provincia, come ente di coordinamento di area vasta, ha fra i suoi impegni quello di alimentare e agevolare lo sviluppo di una mobilità sostenibile che sia virtuosa per il territorio e l’ambiente nella sua complessità.

Un primo passo verso questa direzione – ha rimarcato sempre Lattanzi – è stata la decisione di ripristinare il servizio di trasporto pubblico fra Torre Orsina, Papigno e l’ospedale Santa Maria di Terni. Una scelta – ha rimarcato Lattanzi -, compiuta insieme al Comune e agli altri soggetti coinvolti che viene incontro alle esigenze della popolazione e che può agevolare gli spostamenti di alcune categorie e fasce di età. Penso – ha precisato – a chi non dispone di autoveicoli propri o agli anziani ma anche a chi decide autonomamente di non prendere l’auto. 

Il servizio festivo con due coppie di corse – informa ancora il presidente – partirà da domani (31 marzo, ndr) ma non si tratta di una misura spot. La decisione è infatti – conclude – inserita in un programma fatto di linee di indirizzo che devono facilitare il trasporto pubblico nell’ottica delle città smart e delle connessioni fra capoluogo e territori per costruire un sistema di mobilità più moderno, al passo con i tempi e capace di incidere in maniera positiva sulle tematiche ambientali”.  

Pin It on Pinterest