Gio, 30 Giugno 2022
Gio, 30 Giugno 2022

Amelia, il M5S pensa che la quarta farmacia sia ormai tramontata

AMELIA – Secondo il gruppo consiliare del M5S la quarta farmacia non sorgerà. L’amministrazione comunale, sempre secondo quanto sostengono Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella, si appresterebbe ad aggiornare la pianta organica delle farmacie, “superando e cancellando in questo modo la vecchia delibera del 2012 del Consiglio comunale che individua come zona di competenza della quarta farmacia quella del Trullo, con una nuova delibera che assegna quella zona ad una delle farmacie esistenti. Di certo è che l’unica possibilità di avere la nuova farmacia è quella di riconfermare la zona del Trullo, su cui pende un ricorso al Tar da parte dei titolari di due delle farmacie esistenti ad Amelia, come sede di competenza della stessa, esercitando quei poteri che come ribadito dal Consiglio di Stato sono di esclusiva competenza comunale e non della Regione”.

Il M5S così sostiene la sua tesi: “Rivedere l’erronea interpretazione della Regione della Delibera del Consiglio Comunale del 2012; rifare la gara andata deserta per l’ovvia mancanza d’interesse economico da parte degli imprenditori privati sulle zone di Montenero e Porchiano, messe a bando sulla scia di quell’errata interpretazione; affrontare serenamente il ricorso mai discusso per volontà del ricorrente e mai ritirato sempre per la medesima volontà ma che pende tutt’ora come una spada di Damocle sulla scelta della zona del Trullo, alla luce delle recenti interpretazioni del Consiglio di Stato dove si afferma che “alle farmacie già insediate non possono essere garantite misure protezionistiche, in quanto anche questa categoria di operatori economici «deve in primo luogo difendersi attraverso strumenti di mercato». Viceversa sarebbe il Comune di Amelia a mettere una pietra tombale sulla questione rendendo inutile l’eventuale pronunciamento del Tar”.

Web TV

Think Thank

Filo diretto

Ti potrebbe interessare...