Amelia, Chieruzzi (M5S) su quarantena e restrizioni per il 25 Aprile: “Ci vuole buon senso e coraggio”

AMELIA – Il consigliere comunale dei Cinquestelle Gianfranco Chieruzzi si scaglia contro la quarantena e le disposizioni per il 25 Aprile che non avranno iniziative pubbliche. Ecco il comunicato:

“Ho appreso dal sindaco che quest’anno ad Amelia ed in tutta Italia non ci sarà nessuna cerimonia per il 25 aprile, solo un “omaggio” delle Istituzioni a cui nemmeno una rappresentanza delle minoranze potrà partecipare. Questo purtroppo è l’estremo e l’ennesimo esempio di uno Stato dirigista e schizofrenico dove la burocrazia prevale su tutto anche sul buon senso.

Con la stessa logica del 25 aprile tutti gli italiani sono praticamente soggetti allo stesso regime di quarantena mentre le regioni più colpite sono le prime che vorrebbero riaprire. Mentre ci si prepara alla fase due che dovrebbe iniziare il 4 maggio, ci viene praticamente impedito di fare una passeggiata, di portare al parco i nostri figli o un fiore ai propri cari nei cimiteri, indiscriminatamente senza tenere conto delle differenti realtà territoriali del grado di diffusione e replicazione dei contagi tra le varie regioni.

Con il paradosso che torneremo al lavoro senza l’ausilio di asili e scuole prima di rimettere piede fuori casa. Tutto questo non è accettabile né sul piano logico, né su quello della tutela del benessere psico-fisico delle persone. Credo che come siamo in grado di fare la fila al supermercato siamo in grado con le dovute cautele e regolamentazioni di fare una passeggiata all’aria aperta, una corsa per le strade o una camminata nei sentieri senza essere un pericolo per la salute di nessuno. Ci sono tutte le possibilità e gli strumenti per farlo in sicurezza, manca solo un po’ di buonsenso e coraggio. Mi appello quindi alle istituzioni Comune, Regione e Governo perché ognuno faccia la propria parte”.

Pin It on Pinterest