Amelia, il Germanico diventa un gioco da ragazzi

AMELIA – C’è anche un Germanico per i bambini nel vasto programma di iniziative legate al bimillenario della morte del condottiero romano. Al museo cittadino infatti, con l’arrivo dell’estate, sono entrati in funzione laboratori creativi che offrono diverse modalità di interpretare artisticamente la figura del Germanico. 

I bambini possono divertisti con il Germanico in stile cubista, futurista e pop consentendo loro di avvicinarsi allo studio della statua in modo dinamico, creativo e divertente. I laboratori si terranno il 6, il 13 e il 20 luglio dalle 10 e 30 alle 12 all’Archeospazio del museo archeologico e saranno dedicati alle fasce di età 6-10 anni.

Oltre a questo, anche un corso di fotografia per ragazzi e ragazze dai 10 ai 15 anni. Il corso strutturato in cinque incontri durante i quali verranno affrontati i vari aspetti di base che avvicinano al mondo della fotografia, come l’uso del colore, il saper interpretare un’immagine, la creatività.

Molte le proposte ancbhe per gli adulti come #Ameliamillenaria che offre vivista guidate al teatro sociale e alla cisterna romana o anche il tour di Palazzo Venturelli e la correlata visita al mosaico romano. Per quanto riguarda le mostre, fino al 13 luglio è aperta la personale di scultura dell’artista Simone Di Stefano “Attivazione spontanea“, installata al centro del chiostro di San Francesco. L’artista umbro, laureato all’Accademia delle Belle Arti a Bologna ha un ricco curriculum tra mostre ed azioni performative, tra l’Umbria ed il Lazio.

Sistema Museo e Comune annunciano poi una novità che sta per arrivare. In occasione del Bimillenario, sarà visibile, al museo archeologico, una nuova installazione video che consentirà ai visitatori di tuffarsi nell’antica Ameria. Il video è stato realizzato da una società specializzata con il contributo di Fondazione Carit, Mibac, Regione Umbria e Comune di Amelia. 

Pin It on Pinterest