Amelia, il Tar dà il via libera alla nuova farmacia

AMELIA – La nuova farmacia al trullo si può fare. Lo ha detto il Tar che con sentenza del 27 settembre scorso ha pienamente riconosciuto le ragioni del Comune di Amelia e del Ministero della Salute. La vicenda era nata durante la passata amministrazione a guida Pd con sindaco Maraca.

A renderlo noto è il gruppo consigliare Cinquestelle che in un comunicato osserva: “Oggi il Tar ha rigettato in toto le richieste dei ricorrenti rendendo cosi di fatto possibile la sua realizzazione visto che la zona garantisce un ritorno economico all’investimento, ribadendo quei principi che noi stessi, pur non essendo giuristi, avevamo sostenuto e cioè la “liberalizzazione” del settore e l’ampia ed esclusiva discrezionalità nella scelta di cui gode il Comune.

Non solo, Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella sottolineano che “la Regione ha commesso un errore nella delibera di recepimento della decisione comunale. Da tutto questo se ne trae che: “Le considerazioni che precedono impongono il rigetto integrale del ricorso, unitamente al sesto motivo con cui si adduce l’illegittimità in via derivata degli atti regionali di presa d’atto e di approvazione della sede della nuova farmacia e rendono priva di rilevanza l’eccezione di inammissibilità dell’impugnativa”. A fare ricorso al Tar era stata una farmacia privata. “Ci aspettiamo – conclude il M5S – ora che l’amministrazione prenda atto delle ragioni della sentenza e non metta in atto comportamenti tesi ad eluderla o vanificarla”.

 

Pin It on Pinterest