Amelia, M5S: “Si all’ospedale nuovo senza se e senza i “ma” di Coletto”

AMELIA – “L’ospedale Narni-Amelia si farà ma”. Quel ma che mette paura, che spaventa e che sembra tutto fuorché rassicurante. I Cinquestelle non si fidano dell’assessore regionale alla Sanità e delle sue dichiarazioni sulla realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale Narni-Amelia.
“Dopo queste parole e questo “ma” dell’assessore Coletto  – scrivono Luca Tramini, Gianfranco Chieruzzi e Romano Banella, rispettivamente capigruppo a Narni e Amelia e consigliere comunale di Amelia – l’unico commento che viene in mente è che anche quest’anno  l’ospedale di Narni-Amelia si farà l’anno prossimo

Parole rassicuranti che tuonano come un campanello di allarme, come il “va tutto bene” del capitano del Titanic – stigmatizzano i tre – mentre già stava imbarcando l’acqua. Infatti siamo oramai arrivati all’inizio del cantiere, il progetto è fatto, ultima approvazione e si parte ma sembra che il neo assessore veneto voglia rivedere tutto, perciò nuovo progetto, nuova trafila e nuovi mesi se non anni di attesa.

Avremmo voluto sentire delle vere rassicurazioni – attaccano ancora – invece si è parlato di “riparametrato sulle necessità degli umbri e sulle attuali necessità di un territorio che deve essere trattato meglio che nel passato”, sembrano quelle belle supercazzole degne di un capitolo di amici miei, non ci possiamo permettere di rimandare ancora, il territorio di Narni ed Amelia non si può permettere ancora altri anni e cambi di rotta. Assessore – concludono ed esortano – dica chiaramente se ha intenzione di continuare e dare il via al cantiere o continuare a fare mielina barricandosi dietro valanghe di “ma”.

Pin It on Pinterest