Amelia, vittime del fuoco amico: Una lastra per i 17 morti della scuola Orsini

AMELIA – Una lapide affissa al muro per non dimenticare. E’ quella che riporta, uno per uno, i nomi delle 17 vittime del bombardamento del 1944, quando, era il 25 gennaio, gli aerei alleati sganciarono bombe sulla scuola Maestre Pie Venerini. Fu un tragico errore. I bombardieri che venivano a liberare l’Italia sbagliarono infatti mira e calcoli e invece di colpire solo il ponte sul Rio Grande, che era il loro obiettivo, finirono per far cadere alcuni ordigni al centro storico.

Centrando tragicamente la scuola. Morirono 12 alunne, la direttrice Jole Orsini, un operaio e 3 suore. Proprio alla direttrice fu intitolata la scuola una volta ricostruita. Gli ordigni, raccontano le cronache del tempo, colpirono anche la chiesa di Santa Elisabetta che dopo la ricostruzione fu intitolata a Santa Lucia. Ora il sindaco, Laura Pernazza, e l’amministrazione hanno voluto rendere omaggio perenne a quelle vittime innocenti del fuoco amico affiggendo una lastra in pietra vicino alla scuola con la lista dei nomi di tutti coloro che perirono in quel tragico mattino.

Pin It on Pinterest