Calcio, Narnese: Super Quondam abbatte il M. Martana fra le polemiche

NARNI – Succede di tutto al Gubbiotti con la Narnese che vince al 94’ grazie ad un rigore di Quondam una partita, quella col Massa Martana, caratterizzata addirittura da quattro espulsi  e ben due traverse della Narnese. I rossoblù tornano alla vittoria fra le mura amiche dopo lo stop di Pontevalleceppi e ricominciano a correre verso i play off, obiettivo dichiarato di questa stagione. Narnese in vantaggio al 43’ con Quondam: Botta sotto l’incrocio dei pali. Due minuti dopo la ripresa Massa Martana in gol. Il pari lo segna Bagnato, l’uomo giusto nella domenica giusta, fitta di umido e pioggia. Ma di scherzare il Massa alla fine nonm ha per niente voglia. Contestatissima la direzione di gara, così come il rigore oltre il 90’. Tre i cartellini rossi per gli ospiti: Gesuele, e Prudenzi e Nulli Costantini; uno per la Narnese,  Tancini.
Per la squadra di mister Proietti è la settima vittoria in campionato, la quinta tra le mura amiche, 27 punti in classifica e zona play off più vicina. Per il Massa Martana una sconfitta che pesa. La cronaca. Mister Proietti deve fare a meno dell’infortunato Ponti e schiera un 4-4-2 con Quondam e Rocchi in attacco. Al 3’ subito i rossoblu pericolosi con Rocchi che serve Quondam che in aerea di rigore prova l’acrobazia volante, Tamburini blocca centralmente. Al 6’ batti e ribatti continuo in aerea di rigore ospite con i rossoblu che non riescono il tap-in vincente per via di un muro alzato dalla difesa ospite. Al 18’ punizione capolavoro di Bagnato dalla lunetta dell’aerea, la traiettoria a superare la barriera diretta sotto l’incrocio viene deviata sul palo da un prodigioso Cunzi che dice di no al numero 4 ospite che si dimostra subito con la testa nel match. Al 31’ angolo dalla sinistra di Leonardi che imbecca all’interno dell’aerea Tancini che con un perfetto terzo tempo colpisce di testa ma Tamburini è bravo a distendersi sulla propria destra e a respingere. Al 42’ nel momento di stanca della gara la Narnese passa. Vastola lancia in avanti per Quondam che prima si fa anticipare da Marco Angeli, poi di forza vince un rimpallo e il duello con Nulli Costantini in aerea di rigore e fa partire un destro potente e preciso ad incrociare che batte l’incolpevole Tamburini che rimane di sasso. E’ il gol che sblocca il match e per il bomberone rossoblu è il gol numero 7 in campionato. Al 45’ altro episodio chiave della gara. Dopo uno scontro di gioco in aerea di rigore tra Silveri e Gesuele, quest’ultimo commette un fallo di reazione colpendo il capitano rossoblu con una tacchettata, per il fischietto perugino non ci sono dubbi, rosso per il bomber ospite sembrato ingenuo nell’occasione e doccia anticipata. La prima emozione della ripresa la regalano al 2’ gli ospiti ed è subito il gol del pareggio. Punizione dai venti metri di Bagnato che spara una traiettoria insidiosa ma centrale, Cunzi beffato sicuramente dal terreno di gioco oggi in condizioni pessime per via della pioggia, legge male la traiettoria commettendo la più classica delle papere facendosi passare la sfera tra le gambe. Al 5’ la risposta della Narnese non si fa attendere ed è affidata sui piedi di Bellini che dalla destra si accentra e fa partire un tiro a giro di sinistro che si stampa sulla traversa a Tamburini battuto. Al 13’ altro legno colpito dai padroni di casa, stavolta è l’ex di turno Rocchi a colpire la parte superiore della traversa con un destro potente dal vertice sinistro dell’aerea di rigore. La Narnese crea ma al 15’ Prudenzi ha la palla del clamoroso sorpasso ma trovatosi di fronte a Cunzi tenta un pallonetto sul quale l’estremo rossoblu non si fa sorprendere. Al 30’ Massa Martana addirittura in nove uomini per l’espulsione per doppia ammonizione di Prudenzi, ingenuo nel commettere un fallo ai danni di Bellini. Sulla punizione susseguente Vastola colpisce la traversa, Narnese decisamente sfortunata al terzo legno del match. Al 36’ Narnese in dieci per l’espulsione diretta ai danni di Tancini per un fallo da tergo ai danni di Alessandro Angeli. Al 39’ Kerjota di sinistro dal limite, Tamburini blocca a terra. Al 40’ Angeli per Manni che si libera per il tiro, destro in tribuna. Non c’è un attimo di pace, i ritmi sono forsennati, al 43’ calcio di rigore richiesto dalla Narnese per un presunto fallo di mano di Bietolini, l’arbitro lascia correre. All’ultimo respiro stavolta si, arriva il rigore per la Narnese. Kerjota va in proprio con uno slalom del miglior sciatore, entrato in aerea di rigore viene steso da Vichi, per il fischietto perugino nessun dubbio stavolta, calcio di rigore tra le proteste vibranti degli ospiti. A farne le spese è Nulli Costantini che si becca il secondo giallo per proteste e quindi il rosso. Dagli undici metri si presenta Quondam che spiazza Tamburini e realizza il gol partita tra la gioia dei tifosi rossoblu. Finisce qui, dopo quattro minuti di recupero concessi dal fischietto perugino, una partita incredibile, rocambolesca, piena di emozioni e di colpi di scena che ha sicuramente lasciato strascichi positivi per i rossoblu e negativi per gli ospiti ma il calcio è anche questo. Alla fine la spunta la Narnese che vince il derby e si proietta verso la zona play-off, lontani appena due lunghezze. NARNESE – MASSA MARTANA 2-1 NARNESE: Cunzi 5.5, Tancini 5.5, Tiberti 6.5, Silveri 6, Consolini 6, Vastola 7, Leonardi 6.5(22’ s.t. Formoso 6), Bellini 6.5, Quondam 8, Rocchi 6, Petrini 6(22’ s.t. Kerjota 7). All. Proietti 6 MASSA MARTANA: Tamburini 6, Vichi 5.5, Bietolini 6.5, Bagnato 7, Nulli Costantini 6, Bertoldi 6, Angeli M. 6(1’ s.t. Manni 6), Pugnali 6, Gesuele 4.5, Prudenzi 5.5, Angeli A. 6.All. Corradetti 6 ARBITRO: Gianluca Frizza di Perugia 5.5 ASSISTENTI: Gian Marco Cardinali e Stefano Ciavi di Perugia RETI: 42’ p.t. Quondam (N) 2’ s.t. Bagnato (M) 49’ s.t. Quondam rig. (N) AMMONITI: Tiberti, Rocchi (N) Angeli A. (M) ESPULSI: 45’ p.t. Gesuele (M) per gioco scorretto nei confronti di un avversario, 30’ s.t. Prudenzi per somma di ammonizioni (M), 36’ s.t. Tancini (N) per gioco scorretto, 49’ s.t. Nulli Costantini (M) per somma di ammonizioni Recupero: 2’ p.t. 4’ s.t. Riccardo Costantini

Pin It on Pinterest