Covid-19, numeri in calo a Narni, ma tiene banco il caso varianti su Terni

NARNI – Diminuiscono i casi a Narni, secondo gli ultimi dati resi noti dalla Regione. In città i positivi sono 51, 3 in meno rispetto a due giorni fa, frutto di 4 nuovi positivi ma di 5 guariti. I focolai famigliari sono attualmente 13, mentre rimangono 5 i ricoverati in ospedale a Terni. Questi i dati in attesa del resoconto quotidiano del sindaco su base Asl.

A proposito di Terni tiene banco il caso varianti. Detto che i nuovi positivi sono 32 e i guariti 16, secondo quanto riportato dal Messaggero, una serie di tamponi analizzati avrebbe riscontrato per il 70 per cento la variante inglese e per il restante le varianti brasiliana e spagnola, addirittura. Ma sulla questione c’è forte polemica, tanto da far sembrare di essere alla vigilia di uno tsunami politico-sanitario.

Secondo quanto riportato dalle colonne del Messaggero, il presidente dell’ordine dei medici di Terni, Pino Donzelli, ha bollato come fuori tempo massimo quelle indagini perchè i campioni risalirebbero ad oltre un mese fa con la necessità quindi di risequenziare nuovi campioni. Ma come mai la varianti a Terni vengono scoperte solo 30-40 giorni dopo l’invio delle provette a Roma per le analisi? E come mai in questo lasso di tempo i casi a Terni erano molto bassi, salvo poi schizzare in alto negli ultimi giorni? Molte cose sono da chiarire su questa che sembra una vicenda tutt’altro che di facile interpretazione.

Pin It on Pinterest