La storia: A 82 anni Janus gira il mondo in bici, i Comuni di Terni, Narni e Amelia lo hanno salutato

NARNI – A 82 anni ha scelto di morire libero, come dice lui a chi gli chiede chi glielo fa fare di girare da solo in biciletta a quell’età. Ma Janus River non sente ragioni. Sono oltre 20 anni che gira il mondo con la bici e la bici è il suo mondo. Non ha una casa, non ha legami, ha solo una due ruote degli anni 80 e uno zaino di 30 chili dove ci porta tutto ciò che possiede.

“Soprattutto gli indumenti per affrontare l’inverno”, dice lui. Il suo sogno lo ha realizzato. Essere libero e, dato che ha passato gli ottanta e a quell’età è normale pensare al “trapasso”, farlo da uomo libero. Ci vuole un grande coraggio e forze un po’ di incoscienza a fare quello che ha fatto e che fa River, ma ci vuole anche tanto amore per la vita.

In questi giorno l’80enne è in transito nella provincia di Terni. prima è stato ricevuto dal sindaco del capoluogo, Leonardo Latini, poi due giorni fa è stato a Narni e ieri ad Amelia. A Narni lo ha accolto l’assessore Lorenzo Lucarelli, ad Amelia il sindaco Laura Pernazza.

L’uomo, nativo della Siberia è il cicloviaggiatore più famoso del mondo e da diversi giorni si trova in Italia.  “E’ un piacere vedere la forza, la serenità e l’allegria con la quale viaggia nonostante la sua età non più verde”, ha detto Lucarelli che ha augurato a Janus ancora tanti anni in sella alla sua bici.

“Per noi è il secondo appuntamento con un ciclista speciale dopo quello con Amelia Cavarzan avvenuto pochi giorni fa in Comune. Lei per certi versi e Janus per altri rappresentano davvero un inno alla vita e un simbolo di amicizia e fratellanza”. Prossime tappe di Janus River saranno altri centri dell’amerino.  

Pin It on Pinterest