“Meglio il picchiarello del manfricolo”: Ermes Maiolica scatena la guerra fra Narni e San Gemini

NARNI – Tra il serio e il faceto Ermes Maiolica apre un capitolo scottante e una sorta di derby culinario fra la Corsa all’Anello e la Giostra dell’Arme. In un post su facebook lancia un sasso che diventa subito un macigno. “A San Gemini si mangia meglio che a Narni, più buono insomma il picchiarello che il manfricolo”. E siccome il post lo mette su un gruppo social dedicato ai narnesi, ecco che l’orgoglio degli eredi del Gattamelata esplode. Difesa senza se e senza ma.

Maiolica ha insomma detto una castroneria (per la verità l’aggettivo sarebbe un altro ma in fascia protetta meglio andarci piano), quasi un sacrilegio affermare che nelle osterie della Giostra dell’Arme si gustano picchiarelli e carne e vino migliori che a Mezule, Fraporta e Santa Maria. I commenti a difesa delle taverne narnesi si susseguono e pure gli improperi contro Maiolica, che forse, dietro al pc, se la ride ammirando cotanta reazione.

E chi prova a dire che forse qualche ragione ce l’ha, finisce insieme a lui sul palo della fustigazione. Non è solo e tanto il difendere il cibo delle taverne, quanto aver osato accostare la superba Narnia al borghetto sangeminiano. Il confronto insomma, secondo chi è intervenuto dopo il post di Maiolica, è improponibile e oltraggioso. Che la Corsa all’Anello abbia qualcosa in più, forse più di qualcosa, rispetto alla Giostra dell’Arme, è fuori di dubbio ma quello che emerge è un po’ la conferma che tutto ruota troppo intorno alle osterie.

Dice qualcuno, fra gli interventi, che però senza di esse, non si potrebbe fare nessuno di tutti gli spettacoli che la Corsa offre e che quindi i soldi servono. Maiolica non replica più di tanto e li lascia “scannare” e sa bene di aver toccato un tasto caldissimo, anzi scottante, più dei piatti appena sfornati durante la festa. Ma poi, a ben pensare, sarà davvero lui quell’Ermes che compare oppure no? Oppure magari era tutta una fake news? Chissà.

Pin It on Pinterest