Narni, apre la mostra fotografica sulla Corsa all’Anello dedicata ai narnesi e alla festa

NARNI – E’ stata inaugurata ieri, 25 aprile dall’ente Corsa, la mostra fotografica amarcord sulla Corsa all’Anello che ripercorre, attraverso le foto tanti, anche se non certamente tutti, attimi rubati a costumanti, cavalieri, personaggi, protagonisti di tanti anni. La mostra è visitabile nei locali di Via Garibaldi al piano terra dove sono stati allestiti dei pannelli sui quali sono state collocate le fotografie.

Ci sono volti noti e volti meno noti, ci sono foto degli anni pionieristici della corsa, come quella che ritrae il podista al San Girolamo, perché all’inizio si correva sia a piedi che a cavallo. Tanti narnesi ieri si sono rivisti com’erano 30 anni fa la mostra ha rivelato quello che in un certo senso è la sua più autentica natura: Uno tuffo all’indietro per i narnesi più che un vero e proprio evento culturale per turisti e mass media.

Il grande lavoro di assemblaggio e organizzazione lo ha fatto Patrizia Nannini alla quale hanno dato in mano l’organizzazione della mostra, comprese le foto, negli ultimissimi giorni prima del via ufficiale dell’edizione 2018. “Ho fatto un grandissimo sforzo, ma la passione che ho per la festa mi ha reso tutto più fattibile”, dice lei, che all’ente Corsa è stata per 4 anni come responsabile coreografica.

 Altre mostre – “Borghi, piazze e luoghi della città”:   dal 21 aprile al Museo Eroli. Mostra personale di pittura di Albertino Spina, a cura di Chiara Piantoni e dell’associazione culturale “Egg Mayo”. La mostra sarà visibile fino a domenica 13 maggio.

“Architettura della Chiesa di San Francesco”: dal 21 aprile al 20 maggio nella chiesa di San Francesco. Mostra a cura di  Sara Raimondi, Laura Terrone, Liana Traversi (facoltà di Architettura “La Sapienza”), con il contributo storico artistico dell’ ingegnere Giuseppe Fortunati.

 “La forma dell’infinito”: dal 24 aprile al 20 maggio a Palazzo dei Priori, piano terra sala ex refettorio. Giampiero Malgioglio presenta i suoi monocromi, lavori selezionati negli ultimi tre anni di produzione, che segnano una svolta importante nella carriera ormai trentennale dell’artista, ricca di sperimentazioni e innovazioni, con opere entrate a far parte già di ambite collezioni internazionali Evento a cura di Lorenzo Barbaresi e Gianni Di Mattia.

“50 anni di emozioni…” : dal 24 aprile al 13 maggio in via Garibaldi. Mostra fotografica   a cura dell’Ente Corsa all’Anello, in collaborazione con il Comune di Narni. La mostra ripercorrerà la festa dedicata a San Giovenale, a partire dal 1969 con emozionanti immagini.

“Tracce 2018 – XIII Edizione – Medioevo oggi”: dal 25 aprile al 13 maggio all’auditorium Mauro Bortolotti. Arte contemporanea, installazioni, pittura, fotografia, scultura, performance, convegni ed eventi vari promossi dal Comune di Narni e dall’Associazione Minerva MinervAArte. Direttore Artistico Mauro Pulcinella, curatrice Mariacristina Angeli.

“Madonne, Cavalieri et lo Popolo tucto. Mezule: 50 anni di storia e di emozioni”: dal 25 aprile al 13 maggio in via Pozzo della Comunità. Mostra storico – documentaria a cura del terziere di Mezule.

“Museo in Fabula”: dal 25 aprile al 13 maggio al Museo Eroli. Racconti fantastici e magiche leggende medievali son la mostra degli abiti di scena a cura de “La Compagnia de lo Grifone”.

In collaborazione con Sistema Museo.

“Beata Lucia da Narni – Iconografia e drammaturgia”: dal 28 aprile al 20 maggio al Museo Eroli. La mostra, ideata dalla Art Foundation di Narni, presenterà i risultati di una ricerca che individua il modello iconografico scelto dal cardinale Giuseppe Sacripante nel 1710 per la diffusione del culto, e documenta la promozione della fede attraverso opere di drammaturgia musicale.

“Bravio 2018”: inaugurazione domenica 29 aprile alle 18 a Palazzo dei Priori, sede dell’Ente Corsa all’Anello. La presentazione del Bravio 2018 dell’artista Barbara Lunetti, sarà a cura di Marco Bartolini. A partire da quest’anno il premio che verrò consegnato al miglior terziere verrà realizzato da un’artista e l’opera sarà descritta da un esperto. Una scelta fatta dall’Ente Corsa che ha deciso di introdurre la nuova formula in occasione della 50esima edizione.

“50 anni insieme”: fino a 10 maggio a Palazzo Fraporta, sala degli stendardi (Largo San Francesco).   Esposizione degli abiti del terziere Fraporta.

Pin It on Pinterest