Narni, Corsa all’Anello: “Niente cartelli perugini a scapito della manifestazione”

NARNI – Il nuovo ente Corsa all’Anello, ormai un’associazione, comincerà a lavorare tra pochi gironi. Il presidente Federico Montesi ha già annunciato che entro dicembre il soggetto organizzatore della manifestazione sarà pronto ad operare ma già dovrà fare i conti con gli scenari umbri. Forza Italia, con il capogruppo Sergio Bruschini, lancia infatti una sorta di allarme contro il pericolo di cartelli delle feste del perugino, da Foligno in su, che potrebbero penalizzare la festa di San Giovenale, inserita dalla Regione fra quelle che fanno branmd per l’Umbria. Ma qualcosa a livello regionale si sta muovendo, a Foligno, per esempio, è stata fatta una riunione tra le principali manifestazioni storiche dell’Umbria.

Lo riferisce proprio Bruschini, che riporta come l’incontro abbia avuto lo scopo di promuovere sempre di più il loro valore e creare un’associazione regionale, onde affrontare in modo più complessivo i vari problemi e le iniziative di valorizzazione e promozione. Vecchio progetto di una ventina di anni fa, che riuscì anche a prendere un minimo di corpo per poi naufragare. Altro tentativo, a livello ternano, fu fatto pochi anni fa anche dall’ente Corsa ma dopo alcune collaborazione fra Narni, Acquasparta, Calvi dell’Umbria e qualcun’altra cittadino, tutto si fermò, anche quella volta.

“L’iniziativa di per se può essere lodevole – dice Bruschini – se lo scopo è quello di creare valore aggiunto e sensibilizzare ancora più gli enti, Regione in primis, a credere ancora sul valore non solo storico ma sociale e turistico di questi eventi. Il rischio però – aggiunge – come spesso è accaduto in questa regione è che la parte del leone, anche se può sembrare sciocco campanilismo, la facciano le più numerose iniziative del perugino. Ne abbiamo già avuto testimonianza nella legge regionale 16 sulle manifestazioni storiche che non ha promosso e valorizzato le eccellenze mirando solo alla valutazione temporale di svolgimento delle manifestazioni”. Puntare sulla qualità, è quindi la carta vincente secondo Bruschini ed il nuovo corso del nuovo ente dovrà misurarsi anche in questo contesto. “Un contesto diciamo politico – precisa il capogruppo di Forza Italia – ove Narni deve occupare il posto che le spetta tra le principali in Umbria e fare attenzione che non si formino cartelli territoriali”.

 

Pin It on Pinterest