Narni, furti nelle abitazioni: Ecco come e dove agiscono i ladri

NARNI – La questura intensifica i controlli sul territorio contro i furti e traccia identikit e abitudini dei ladri. Secondo una nota diffusa dalla questura di Terni infatti la fascia oraria privilegiata è quella dall’imbrunire alla prima serata e le abitazioni scelte sono soprattutto quelle situate in zone poco illuminate e prive di sistemi di protezione, come allarmi, grate alle finestre, porte blindate. Sono poi scelte zone situate a ridosso di arterie di scorrimento e gli autori, che probabilmente viaggiano a bordo di auto ordinarie con 3 o 4 passeggeri, optano per gli oggetti preziosi e il denaro contante ed escludono beni ingombranti.

Il quadro tracciato dalla polizia di stato sembra ricalcato proprio sul quartiere di Miriano dove le fattispecie descritte ci sono tutte e dove i ladri da anni tartassano la zona.  Polizia e carabinieri fanno il possibile e l’impossibile per cercare di prevenire i furti ma eliminarli del tutto significherebbe presidiare con forze ingenti i quartieri 24 ore su 24, il che ovviamente è impossibile.

Gli stessi carabinieri hanno più volte diffuso il vademecum sul corretto comportamento dei cittadini per cercare di evitare l’intrusione dei malviventi in casa ma spesso accade anche che questi consigli non vengano osservati alla lettera.

“Accanto all’impegno serrato delle Forze dell’Ordine – dice la Questura di Terni – invitiamo, ancora una volta, i cittadini a segnalare situazioni sospette, come quelle descritte a titolo esemplificativo, valorizzando anche il rapporto di buon vicinato, sempre finalizzato ad attivare l’intervento delle Forze dell’Ordine, annotando informazioni, caratteristiche delle persone, delle autovetture, del vestiario, ecc. e senza mai assumere iniziative che potrebbero esporre ad inutili rischi”.

Pin It on Pinterest