Narni, i siti turistico-museali all’Ati guidata da Opere srl

NARNI – Rocca, Palazzo dei Priori, Museo Eroli, San Domenico e teatro Manini hanno un gestore privato. L’ufficializzazione è arrivata venerdì mattina quando la commissione di gara ha assegnato la gestione per sei anni all’Ati composta da Opere srl (mandataria), Freud srl, Archeoares snc  e associazione culturale Ingranaggi. Si chiude così l’iter del bando che era inizialmente andato deserto e che aveva suscitato polemiche da parte delle minoranze secondo le quali l’operazione sarebbe stata anti economica. Ora arriva la formalizzazione della gestione che punterà a promuovere i cinque siti a livello nazionale.

Soddisfatto l’assessore a turismo e cultura Lorenzo Lucarelli. “E’ un passo molto importante – dice – verso la promozione integrata dei beni turistico-museali della nostra città. Abbiamo portato a termine – aggiunge – un’operazione per certi versi innovativa per il nostro territorio coinvolgendo privati con notevoli esperienze a livello nazionale nel settore della produzione culturale, della gestione di beni turistici e museali e dell’organizzazione di eventi e spettacoli. Narni – sottolinea ancora l’assessore – possiede un patrimonio di ottimo livello e per alcuni aspetti esclusivo, soprattutto se coniugato con le bellezze naturalistiche e paesaggistiche di cui dispone.

Integrare i beni culturali e turistici tra loro e connetterli con le Gole del Nera, i percorsi trekking e il resto delle bellezze naturali del territorio – sostiene – può essere una delle carte vincenti per promuovere Narni a livello nazionale. I nuovi gestori – conclude Lucarelli – vantano esperienze e curriculum di spessore a livello italiano e questa è una garanzia che noi ci auspichiamo possa essere messa a frutto anche a Narni per far crescere e sviluppare questa nuova esperienza”.

Pin It on Pinterest