Narni, “I Street Food”: la prima allo Scalo fa subito centro

NARNI – Al primo colpo “I Street Food” fa subito centro, portando a Narni Scalo gusto, divertimento e anche qualche momento di riflessione. Per tre giorni, da venerdì 29 giugno a domenica 1 luglio, il Parco dei Pini dello Scalo è tornato a essere, come non si vedeva da tempo, punto di ritrovo e di aggregazione per l’intera comunità narnese. Tanti, infatti, sono stati i cittadini che hanno riempito il parco per assaggiare i vari cibi “da strada” provenienti da tutta Italia.

L’attrazione principale, del resto, e non poteva essere altrimenti, è stato il cibo, protagonista indiscusso della serata. Vari truck, allestiti sul prato principale, come la tradizione dello street food impone, hanno proposto ognuno i rispettivi cibi tipici. Un connubio di profumi, sapori e colori espressione del mondo culinario di gran parte della penisola italiana, capace di ricreare quel mix di tradizioni gastronomiche che è una delle ricchezze più intense e sentite della nostra cultura.

Oltre al cibo, spazio però anche alla solidarietà, la musica e lo sport. Nella giornata conclusiva si è infatti svolto un trenino solidale, con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare all’associazione “ConSLAncio” che si occupa di malati Sla. Sempre a proposito della solidarietà, da segnalare anche l’iniziativa finalizzata a raccogliere fondi necessari per l’acquisto di un camper che serve al piccolo Giovanni, il bambino narnese affetto da Sma che deve recarsi a Roma a fare una cura innovativa.

Immancabili anche gli appuntamenti musicali che hanno intrattenuto i presenti: venerdì è stato il turno della band “Daje Gas”, mentre domenica si è esibita la “Revolution Band”. Sabato, invece, lunga diretta con Max Radio, partner ufficiale della manifestazione. Durante la tre giorni, sono stati molti gli appuntamenti in programma, capaci di accontentare tutte le esigenze. Spazio dedicato allo sport, con momenti di fitness e spinning, alla cucina gourmet con esibizioni e degustazioni di show cooking, e attenzione particolare verso i più piccoli, con gli appositi angoli allestiti con giochi e animazione.

L’evento, insomma, può dirsi riuscito. Una prima edizione a cui la comunità narnese ha risposto presente, nonostante in questo periodo estivo il territorio offra molteplici attrazioni e appuntamenti. Certo, quello andato in scena a Narni Scalo è stato uno street food rivisitato, svolto all’interno di un parco e non, come solitamente accade, tra le strade di una città. Ma questo è sicuramente un bene, perchè mostra la capacità e la possibilità di sfruttare con successo gli spazi che Narni Scalo offre. I narnesi hanno apprezzato e il cibo, ancora una volta, è riuscito a fare ciò che gli riesce meglio: unire.

Lorenzo Di Anselmo

Pin It on Pinterest