Narni, le foto di Dorello a Palazzo dei Priori raccontano la storia della città

NARNI – Oltre 100 fotografie del passato di Narni e di paesaggi e borghi umbri costituiscono la mostra su Primo Dorello che aprirà domani, mercoledì 26 giugno a Palazzo dei Priori. All’inaugurazione prevista alle 16, parteciperanno il curatore, Giuseppe Fortunati, il sindaco, Francesco De Rebotti, l’assessore alla cultura, Lorenzo Lucarelli, la direttrice dell’archivio di stato di Terni, Cecilia Furiani, e Gloria Vatteroni, sempre dell’archivio di stato.

La mostra è una raccolta di lastre fotografiche che ripercorrono idealmente la vita e la passione di Dorello che fece della fotografia un suo assiduo hobby. Figlio di Irene Terrenzi (1851-1924) e Dorello Michele, militare del Regno Piemontese originario della Sardegna, Dorello (Narni 1872- Bologna 1963) fu medico anatomopatologo e docente di anatomia, insegnò per molti anni all’università di Perugia pubblicando numerosi e originali studi tra i quali quelli riguardanti la ricognizione delle ossa del Perugino e un saggio sulla necropoli narnese. La sua collezione si compone di lastre di vetro realizzate con la tecnica stereoscopica con 1336 positive e 337 lastre negative.  

Le foto dell’archivio, testimoniano principalmente il paesaggio e le città umbre nel primo Novecento, ma sono presenti anche fotografie delle maggiori città italiane da lui visitate: Roma, Venezia, Napoli, Firenze, Siena, Urbino, Milano, Genova, Padova. Esse costituiscono una preziosa fonte iconografica per documentare le trasformazioni del paesaggio rurale, urbano e umano con la presenza anche di personaggi e scene di vita quotidiana della prima metà del secolo scorso. L’intervento di digitalizzazione, realizzato dal Servizio fotografico dell’Archivio di Stato di Terni, ha avuto lo scopo di consentire agli studiosi e ai cittadini di accedere agevolmente alle immagini, senza mettere a rischio il prezioso materiale originale.

 

Pin It on Pinterest