Narni, Leolandia: La politica esulta per il via libera di Invitalia

NARNI – Fioccano le reazioni politiche dopo l’annuncio dell’approvazione da parte di Invitalia del progetto di Leolandia. Tutti i commenti sono improntati alla massima soddisfazione e all’ottimismo per un’iniziativa che lascia presagire grandi novità per Narni e per tutta la Conca ternana.

Il sindaco, Francesco De Rebotti, plaude alla notizia e si leva anche qualche sassolino dalle scarpe. “La mia, nostra, grande soddisfazione”, dice sul suo profilo facebook. “Grazie a tutti coloro – aggiunge – che hanno contribuito a questo risultato con un lavoro paziente e faticoso, in silenzio nel frastuono dei soffiatori di trombette”.

Il presidente della Provincia, Giampiero Lattanzi, ha diffuso una nota: “Lo sblocco del finanziamento di oltre 23 milioni di euro da Invitalia per il parco giochi di Leolandia a Narni è un’ottima notizia sul fronte dello sviluppo sia turistico che occupazionale. Leolandia avrà infatti importanti ricadute in termini di affluenze di visitatori e di sviluppo economico ma anche di posti di lavoro in un territorio, come quello provinciale, che ne ha un grande bisogno.

Il lavoro e l’impegno del Comune di Narni sono stati determinanti sia nel creare le precondizioni essenziali per l’avvio del progetto, sia per il ruolo di coordinamento e sia per quello di supporto al pool di imprenditori locali che ha avuto questa eccezionale idea e che ha scommesso sulla sua realizzazione. E’ il segno tangibile che il territorio ternano-narnese ha ancora cultura d’impresa e aziende in grado di sviluppare innovazione e qualità. Leolandia si presenta quindi come una grande opportunità anche per raccordare e incentivare l’offerta turistica complessiva.

Penso al ruolo che potrà avere per integrare alcuni poli attrattivi della città di Narni, in particolare Museo Eroli e Rocca Albornoz dove la Provincia di Terni, parte in causa diretta, ha lavorato da sempre in collaborazione con il Comune per la loro promozione e riqualificazione.

Penso poi anche al filone dei turismi tematici che da Leolandia trarrebbero indubbio giovamento, creando un circuito virtuoso che partendo dalla Cascata delle Marmore e dal parco giochi possa fare da volano per la valorizzazione dei tanti centri minori e dei tanti territori dell’Umbria sud che nascondono scrigni di cultura e turismo preziosi e affascinanti ma non ancora noti al grande pubblico”.

Per Eleonora Pace (Fdi) “Leolandia, il nuovo parco divertimenti che sorgerà nel territorio di Narni, è finalmente ai nastri di partenza, grazie all’unità di intenti mostrata dalla proprietà, che ha lavorato costantemente ed instancabilmente al progetto, e da tutte le forze politiche e dalle istituzioni, permettendo che questa opportunità progettuale potesse essere finalmente nelle condizioni di partire per realizzare un nuovo elemento nello sviluppo integrato del nostro territorio.

La prima tappa – spiega Pace – è stata raggiunta, ora occorre accompagnare la realizzazione dell’investimento con un’azione ordinata che sappia superare eventuali ostacoli ed arrivare in tempi brevissimi alla piena realizzazione dell’opera. La seconda fase che attende le istituzioni locali è quella di lavorare in sinergia per favorire la realizzazione di quelle infrastrutture indispensabili per il successo dell’intero progetto e per dare con questa opportunità anche una maggiore capacità alla viabilità del casello autostradale e dell’intera viabilità di complemento all’opera. Un ‘azione che, sono certa, troverà anche i comuni limitrofi del territorio viterbese come alleati ed attenti interlocutori”.

Entusiasmo e orgoglio esprimono infine Thomas de Luca e Luca Tramini dei Cinquestelle. “Accogliamo con entusiasmo ed orgoglio la notizia dell’approvazione e sblocco definitivo del progetto di Leolandia, il nuovo parco di divertimenti che sorgerà a Narni. Nel corso di questi anni abbiamo lavorato, in religioso silenzio, per sostenere questo progetto nelle Interlocuzioni con i livelli di Governo.

Una sferzata nella stagnazione del tessuto economico del ternano-narnese, nuova occupazione e una prospettiva di futuro per l’intero territorio dell’Umbria meridionale. Alle chiacchiere, al ciarlare scomposto di chi è capace solo a fare propaganda sulla pelle dei deboli, contrapponiamo fatti e risultati. Nel corso di questi anni abbiamo lavorato, in religioso silenzio, per sostenere questo progetto nelle Interlocuzioni con i livelli di Governo.

Una sferzata nella stagnazione del tessuto economico del ternano-narnese, nuova occupazione e una prospettiva di futuro per l’intero territorio dell’Umbria meridionale. Alle chiacchiere, al ciarlare scomposto di chi è capace solo a fare propaganda sulla pelle dei deboli, contrapponiamo fatti e risultati. Un importantissimo ringraziamento alla Sottosegretaria Laura Agea per l’impegno profuso nel velocizzare i tempi di approvazione e poter così vedere aperti i cancelli di Leolandia il prima possibile. Finalmente un passo avanti per il nostro territorio ed il rilancio di un’areacritica e fortemente depressa”.

 

Pin It on Pinterest