Narni, ludopatia: Parte la guerra alle macchinette

NARNI – E’ partita a Narni la lotta alle ludopatie. L’ha promossa il Comune che ha pronto un regolamento che disciplina l’uso dei video giochi e i luoghi dove si possono, oppure non si possono, mettere.

Sull’argomento intanto intervengono sia i Cinquestelle che Tutti per Narni. Luca Tramini del M5S ha proposto e isto approvare in commissione consiliare tre emendamenti: il primo, riguardo l’aumento della distanza dai luoghi sensibili, ovvero scuole, parchi, centri aggregativi, ed il secondo, riguardo gli orari sensibili, tenendo conto delle fasce più giovani perciò ingresso e uscita delle scuole, pausa pranzo ed ore serali.

“Siamo felici – commenta Tramini – dell’approvazione di queste idee, sperando vivamente che possano aiutare a tutelare i cittadini, di fronte ad un problema che purtroppo vede la nostra regione tra le più colpite”. Tutti per Narni invoca invece un atto di coraggio.

“Bisogna essere solo coraggiosi nelle proprie scelte – scrive Tpn in una nota – e adottare quelle che potrebbero scontentare pochi, ma esser di grande utilità per la stragrande maggioranza”. Le misure proposte sono: Riduzione dell’Irap a vantaggio degli esercizi che provvedono volontariamente alla completa disinstallazione degli apparecchi da gioco con corrispondente aumento dell’aliquota per gli altri esercizi che invece li mantengono. Destinare le sanzioni prioritariamente a iniziative per la prevenzione e il recupero dei soggetti patologici, anche in forma associata, o a finalità di carattere sociale e per l’assistenza. Prevedere una relazione periodica della giunta sullo stato di avanzamento del programma”.

Pin It on Pinterest