Narni, nuovo ospedale, Paparelli e Bori (Pd): “Accelerare i tempi e prevedere soldi per le infrastrutture viarie”

NARNI – Sulla realizzazione del nuovo ospedale arriva anche la prese da posizione del gruppo consigliare in Regione del Pd. Fabio Paparelli e Tommaso Bori, rispettivamente portavoce e capogruppo annunciano infatti un’interrogazione sul nuovo piano sanitario e sulla conferma della giunta Tesei di fare il nuovo presidio sanitario narnese-amerino. Paparelli e Bori sostengono che occorra “mettere una parola definitiva sulla vicenda e sulle polemiche seguite, nell’interesse esclusivo delle comunità interessate, prevedendo anche nel prossimo bilancio triennale la previsione dei 2 milioni di euro necessari per le opere infrastrutturali correlate alla viabilità connessa, come da intese con la precedente Amministrazione regionale”.

Integrazione di servizi – Nell’atto ispettivo a risposta scritta, Paparelli e Bori evidenziano, tra l’altro, che “la precedente giunta regionale ha preadottato il nuovo Piano sanitario regionale nel 2019. Esso prevede l’inserimento degli ospedali di Narni ed Amelia ed il futuro polo nell’azienda ospedaliera di Terni, al fine di realizzare una vera integrazione dei servizi, di contribuire al decongestionamento dell’Ospedale di Terni e all’abbattimento delle liste di attese.

Gli esprori – Inoltre dopo 11 anni dal primo ricorso, si è finalmente conclusa la vicenda relativa agli espropri dei 12 mila metri quadrati necessari alla realizzazione del nuovo ospedale”. Fabio Paparelli e Tommaso Bori ricordano che “il progetto dell’ospedale Narni-Amelia è un’opera infrastrutturale fondamentale e strategica per il territorio della Provincia di Terni, che rappresenta uno dei più grandi investimenti pubblici regionali, per cui sono già stati stanziati circa 58 milioni di euro e spesi circa 1,5 milioni per il progetto esecutivo.

Occasione di sviluppo – Una struttura che punta a modernizzare il servizio e mantenere le elevate competenze di professionisti e operatori sanitari già impegnati nei due ospedali esistenti, oltre a rappresentare un’occasione di sviluppo per il tessuto sociale ed economico del territorio”. “Il nuovo complesso ospedaliero – aggiungono – rappresenta un punto fondamentale della rete ospedaliera umbra che integra e completa l’ospedale di alta specialità di Terni, in particolare sul versante della riabilitazione e della media-bassa specialità oltre che svolgere le funzioni di ospedale di territorio, rappresentando così anche un importante presidio in termini di attrazione extra regionale.

Basta polemiche sterili – Occorre pertanto chiudere la fase di sterili polemiche e di alibi precostituiti, come da taluni atti preconfezionati ad arte dalla maggioranza – concludono -, e mettere un punto definitivo circa la volontà di portare a compimento un’opera indispensabile alla rete ospedaliera regionale e su cui sono stati stanziati decine di milioni di euro”.

 

Pin It on Pinterest