Narni, ospedale: Caos parcheggi, tutto pieno, cercasi soluzioni

NARNI – Se si guardasse solo al flusso di macchine e quindi di “clienti” sarebbe difficile pensare che l’ospedale cittadino sia in crisi. Nonostante la chiusura della maternità, il depotenziamento subito negli ultimi anni e la perdita di alcune importanti professionalità, il caos parcheggi a Via Cappuccini è sempre protagonista. Alle otto del mattino è già impossibile trovare posto e le auto che si ammassano alla ricerca disperata di parcheggi creano ingorghi e confusione, oltre ad aumentare le concentrazioni di smog da gas di scarico che di fronte a un centro dedicato alla salute suonano come un pugno nello stomaco.

I più fortunati possono trovare posto al parcheggio del Suffragio distante non più di cinque minuti dall’ospedale grazie agli impianti di risalita. Ma anche i qui i problemi non mancano. Prima di tutto quelli legati agli anziani, che si recano in gran numero all’ospedale tutti i giorni, e poi quelli di disponibilità, perché anche il suffragio è oggi diventato troppo piccolo per le esigenze della città e si riempie in pochissimo tempo. Soluzioni se ne sono cercate sempre per risolvere il problema ma ad oggi non ne sono ancora arrivate. Una potrebbe essere l’area dell’ex mattatoio, inutilizzato da decenni e che prima o poi diventerà anche pericolante.

Ricavare lì altri posti auto potrebbe servire a dare respiro alla ricerca di posteggi anche se è difficile che possa risolvere definitivamente il problema. Un problema che, in un certo senso, vale anche come cartina di tornasole dell’importanza che ha ancora l’ospedale. Se è vero che numerose sono le auto di chi lavora nella struttura, è anche vero che altrettante sono quelle di chi vi si reca per esigenze di salute. In attesa che nasca il nuovo ospedale di Narni-Amelia.

Pin It on Pinterest