Narni, ospedale, tuona il comitato: “Mancano 11 medici, liste d’attese lunghissime”

NARNI – “All’ospedale narnese mancano 11 medici con conseguenti liste di attesa lunghissime per esami diagnostici o visite specialistiche che costringono al ricorso al privato”. Lo sostiene il comitato cittadino che ha avviato una raccolta di firme con l’obiettivo di far sottoscrivere l’appello ad almeno 2mila persone.  “Nel mese di agosto 2020 – dice il presidente Maurizio Bazzucchi in un comunicato -è stato presentato il piano di riordino degli ospedali di Narni e Amelia individuando Narni area chirurgica e amelia area medica. Anche questo accordo, seppur già riduttivo, è stato disatteso. Il comitato cittadino che ha visto la formalizzazione il 20 ottobre scorso specifica che “Salviamo l’ospedale di Narni in attesa della costruzione del nuovo” non rappresenta una arida e rabbiosa protesta ma si fonda su basi propositive e concilianti”.

Nel comunicato si chiede alla Regione Umbria ed alla Asl 2 di attivarsi immediatamente per rendere efficacemente fruibile e funzionale l’ospedale di Narni e che tale dovrà essere fino alla operatività del nuovo ospedale, garantendo altresì la piena efficienza di tutte le strutture diagnostiche e di degenza. Si chiede anche di garantire il primo soccorso h24 e la definizione attraverso atti concreti e avvio della procedura di progettazione, indizione gara per la realizzazione del nuovo ospedale. Il presidente Bazzucchi tiene a sottolineare che si tratta di un comitato civico spontaneo, lontano da convenienze politiche, composto da donne e uomini determinati ad ostacolare una razionalizzazione scellerata della sanità nella provincia di Terni e a promuovere tutto quanto sarà possibile per tenere in piedi l’indispensabile ospedale di Narni, nell’ottica di una integrazione funzionale con gli altri ospedali della provincia.

 

Pin It on Pinterest