Narni, rivoluzione alla Corsa all’Anello: Nasce l’ente elettivo

NARNI – La Corsa all’Anello sta affrontando un cambiamento epocale. Se n’è parlato poco in città in questo periodo ma negli ambienti della manifestazione la cosa è in discussione da mesi. A volere i cambiamenti è stato soprattutto il sindaco, Francesco De Rebotti, che ha voluto dare all’evento un motore nuovo per far crescere ancora di più la Corsa e tutti gli eventi che la caratterizzano. Lo stesso De Rebotti, oggi, 31 ottobre, ha voluto rendere nota la riforma scritta di suo pugno e condivisa con i terzieri. “Si crea – spiega – un forte legame tra associazione Corsa all’Anello e Terzieri che ne eleggeranno il presidente ed insieme saranno chiamati ad un lavoro di squadra paritario, di grande responsabilità e con l’ambizione di innovare un patrimonio fondamentale della nostra comunità”.

La prima grande novità? Eccola Finisce l’era del sindaco che è sempre stato, nei cinquanta anni di storia della Corsa all’Anello, anche presidente dell’ente Corsa e si attiva un dialogo tra pari con il Comune ed in particolare col Consiglio comunale che rappresenterà la salda presenza istituzionale a sostegno dell’associazione e dei terzieri che ne fanno parte. “Inizia – spiega ancora De Rebotti – l’era di un organismo autonomo nella gestione, autorevole nel radicamento nei terzieri e nel loro fattivo coinvolgimento, responsabile nel portare avanti una storia ed una tradizione straordinaria che ha bisogno oggi di un’evoluzione positiva ed innovativa nella forma giuridica e nei contenuti per guardare ai prossimi cinquanta anni con l’entusiasmo di sempre”.

Un nuovo statuto e un nuovo ente Corsa darà vita alla nuova “Associazione Corsa all’Anello” di cui saranno soci fondatori i terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria e soci di diritto il Comune di Narni e la parrocchia di San Giovenale e Cassio. “Una forma giuridica salda e chiara – precisa De Rebotti – che darà vita all’Associazione Corsa all’Anello proiettata ai prossimi cinquant’anni e che acquisisce definitivamente ruolo autonomo, autorevolezza e responsabilità del patrimonio rievocativo, religioso e turistico più importante della città”.

Il presidente elettivo – L’autonomia si esplica principalmente attraverso l’elezione, da parte dei sessanta  membri dei comitati dei terzieri, della figura del presidente (e non più segretario generale) che sarà chiamato a guidare l’Associazione nominando anche i responsabili di cinque delle otto segreterie individuate nel nuovo statuto. Le tre rimanenti saranno invece nominate, nell’ottica del coinvolgimento dell’organismo maggiormente  rappresentativo della comunità narnese, dal Consiglio comunale di Narni.

Autocandidature per l’ente Corsa – Sia la figura del presidente che quelle dei responsabili delle otto segreterie saranno frutto di auto candidature spontanee, che nel caso del presidente competeranno nell’elezione nel consiglio dei sessanta che racchiude i membri dei comitati dei terzieri, mentre nel caso dei responsabili delle otto segreterie saranno oggetto delle nomine del presidente eletto e del Consiglio comunale.

I tempi e le nuove elezioni – Il primo di dicembre si terrà l’assemblea dei Sessanta che dovrà adottare il nuovo statuto e passare poi all’elezione del presidente che, nei giorni successivi ed insieme al Consiglio comunale, sarà chiamato ad individuare i responsabili delle segreterie. Entro pochi giorni la convocazione ufficiale dell’assemblea e la pubblicazione dei moduli per le auto candidature per il ruolo di presidente (scadenza presentazione auto candidatura 20 novembre) e quelli per le auto candidature al ruolo di responsabile delle diverse segreterie (scadenza presentazione auto candidatura 30 novembre).

Pin It on Pinterest